Torino: le porte al Filadelfia restano chiuse per la ripresa odierna

19
Antonio Barreca
Antonio Barreca (ph Campo)

Allenamento a porte chiuse al Filadelfia: la squadra di Mazzarri riprende dopo la sconfitta contro la Lazio. Domenica in programma c’è Napoli-Torino

Riprenderà oggi il Torino di Walter Mazzarri ad allenarsi per preparare la terz’ultima partita del campionato. Per Belotti e compagni l’allenamento al Filadelfia sarà a porte chiuse: la squadra granata riprenderà il lavoro in vista di Napoli-Torino, e sarà come sempre diviso in due parti. Lavoro di scarico, principalmente, per chi ha giocato contro la Lazio; allenamento atletico e tecnico per tutto il resto del gruppo. Con un occhio speciale per l’infermeria e l’eventuale recupero di qualche giocatore infortunato.

Torino: lavoro atletico al Fialdelfia. Si attendono notizie da Obi e Barreca

Già, appunto. L’infermeria. Il Torino aspetta di ricevere notizie intorno a due giocatori attualmente infortunati: Joel Obi e Antonio Barreca. Entrambi i giocatori non sono stati convocati per la partita contro i biancocelesti, ma entrambi sperano di poter essere chiamati per la sfida al San Paolo di domenica prossima, alle ore 15.00. Mazzarri aspetta in questo senso delle novità, intanto farà riprendere ai suoi il consueto lavoro. In silenzio, lontano dai possibili fischi dei tifosi, delusi dal rendimento della squadra. Con la speranza di riuscire presto, e finalmente, a svoltare pagina.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

comment image
Dov’è il Toro?

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

comment image
Ah, già! Le porte….

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

comment image

Come eravamo