Toro, che rimonta! L’Atalanta fa paura ma va al tappeto

di Giulia Abbate - 1 Settembre 2019

Il Torino fa due su due in campionato: contro l’Atalanta cancella le delusioni europee e vince 2-3 dopo una partita da cardiopalma

Serviva una reazione, dopo le delusioni europee, e dal Toro la reazione è arrivata condita da una buona dose di emozioni. Al Tardini di Parma, campo neutro vista l’impraticabilità dello stadio atalantino, al fianco di Belotti non c’è ovviamente Zaza e in campo si rivede Berenguer mentre in difesa, al fianco di Izzo, ci sono Djidji e Bonifazi. E quella che va in scena, per essere solo l’inizio del campionato, è già una partita da urlo. Sbaglia il Toro all’inizio, spaventa l’Atalanta che mette in crisi la retroguardia granata, Bonifazi apre le marcature e poi è Zapata-show con la doppietta che regala prima il pareggio e poi il momentaneo vantaggio. Nelle fila granata ci pensano però Berenguer e Izzo a ribaltare di nuovo il risultato facendo esplodere il Tardini granata. Ed è un’esplosione di gioia: al Tardini il Toro fa la voce grossa contro una grandissima Atalanta e porta a casa tre punti eccezionali.

Atalanta-Torino, primo tempo

Pronti via e l’Atalanta mette subito in chiaro cosa si dovrà aspettare il Toro da questa sfida: pressing alto e ritmi forsennati. Tuttavia, dopo appena 3 minuti è proprio dai granata che arriva il primo squillo del match: De Silvestri crossa dal fondo, Belotti devia e la palla finisce tra i piedi di Berenguer che svirgola la conclusione e colpisce il palo. Delusione smorzata dal fischio di Doveri: la palla di De Silvestri era già uscita. Il fronte poi si ribalta e sono i padroni di casa a mettere alle corde il Toro, con Sirigu che salva i granata in almeno due nettissime occasioni. Al Tardini è una grandissima Atalanta quella che prende in mano la partita nel primo quarto d’ora del match ubriacando Belotti e compagni che in difesa faticano ad arginare le incursioni dei bergamaschi e in attacco a sfruttare le poche occasioni create. Ma è solo l’inizio.

Col passare dei minuti il Torino riesce a prendere le misure alla squadra di Gasperini, riequilibra il match e dimostra di potersela ampiamente giocare. E la svolta, infatti, arriva: al 24’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Bonifazi svetta in area e spinge in rete il pallone dell’1-0 granata. Le squadre ora si fronteggiano a viso aperto ma il vantaggio dura fino al 38’ quando la Dea trova il pareggio grazie al primo centro in campionato di Zapata che sorprende il Toro in contropiede e batte Sirigu. È il gol che riaccende l’Atalanta: il finale del primo tempo è tutto a tinte neroazzurre con il Toro che non riesce a tenere i bergamaschi in velocità. Al fischio di Doveri le squadre rientrano negli spogliatoi dopo un grande primo tempo e un risultato più che giusto: 1-1 e tutto rimandato alla ripresa.

Atalanta-Torino, secondo tempo

Alla ripresa dei giochi, nessun cambio tra le fila di Atalanta e Torino e nessun cambio nemmeno nel canovaccio del gioco, con i padroni di casa subito pericolosi e Sirigu che risponde con un grandissimo intervento su Toloi. Un giro di lancette e questa volta è Djidji a chiudere perfettamente uno Zapata lanciatissimo verso la palla del possibile 2-1 atalantino. Ma sono solo le prove generali perché dopo appena 5 minuti dall’inizio del secondo tempo è proprio l’attaccante a trovare la sua personale doppietta e portare in vantaggio l’Atalanta. E’ una partita letteralmente da cardiopalma: il Toro insacca la rete del momentaneo svantaggio ma non si fa impressionare e ci mette appena due minuti a riequilibrare di nuovo il risultato con un bel gol di Berenguer che si fa perdonare per l’errore, fortunatamente innocuo, d’inizio match.

Esattamente come nella prima frazione, Belotti e compagni prendono nuovamente le misure ai neroazzurri e tornano a giocare una partita coraggiosa e battagliera. E al 65’ il risultato cambia ancora: punizione granata, Baselli scodella in area e Izzo di testa punisce Gollini: Toro di nuovo avanti. Non si abbassano i ritmi, il fronte continua a ribaltarsi a velocità supersonica con occasioni che fioccano da entrambi i lati sotto gli occhi dei tifosi che si godono una grandissima partita. Nel finale della sfida c’è anche spazio per Laxalt, appena arrivato sotto la Mole ma subito chiamato in causa da Mazzarri. E gli ultimi 10 minuti sono tutti cuore, nervi e grinta per il Toro che va in vantaggio, si fa rimontare e poi mette a segno la contro-rimonta vincente: 2-3 il risultato finale e Toro che può festeggiare.

più nuovi più vecchi
Notificami
AleGRANATAale
Utente
AleGRANATAale

Complimenti al mister e ai ragazzi , sirigu soprattutto . Ciò non fa altro che aumentare il rammarico , sarebbe bastato un piccolo sforzo per avere una squadra con più cambi e ancora più competitiva . Cairo vattene

Fender69
Utente
Fender69

Grandi i ragazzi ed un portiere stratosferico!
Cairo vattene

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Abbastanza chiaro.

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

giankjc sorridi!
ah già non puoi: atalanta-Toro 2-3. accidenti..

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Fai il bagno nella lava per pulirti la coscienza, servo.

tony polster
Utente
tony polster

Grandi ragazzi!!!!
Peccato che alla fine…moriremo tutti!!!!😂😂😂😂😂😂😂😂