Due partite, zero punti: per il Toro è notte fonda - Toro.it

Due partite, zero punti: per il Toro è notte fonda

di Ivana Crocifisso - 26 Settembre 2020

La sblocca il Gallo, poi l’Atalanta rimonta e tiene in mano la partita fino al 95′: come a Firenze anche oggi il Torino raccoglie zero punti.

Sette gol a gennaio, quattro gol oggi. Ma soprattutto zero punti dopo due partite. Non è un momento felice per il Toro, che riesce a portarsi in vantaggio ma che poi non ha la forza, la voglia, la capacità di credere di potersela giocare alla pari. Forse perché questa Atalanta rimane ancora decisamente più forte anche non avendo ancora sulle gambe una gara ufficiale, o forse perché a dispetto delle parole dei diretti protagonisti i granata non sono così convinti di poter davvero avere la meglio. La sblocca Belotti, pareggia subito il Papu, poi Muriel e Hateboer la portano sul 3-2 prima della rete del Gallo allo scadere. Nella ripresa subito De Roon: il Toro sparisce, sull’Atalanta cala il sipario solo perché l’arbitro fischia la fine.

Primo tempo: subito il Gallo, la risposta dell’Atalanta

Giornata ben più fredda delle precedenti ma cielo azzurro: così Torino si presenta per la sfida tra i granata e l’Atalanta. L’esordio per i nerazzurri di Gasperini, mentre la seconda partita per il Toro dopo il ko di Firenze. La novità rispetto alle ultime partite giocate al Grande Torino è la presenza del pubblico: 1000 persone sistemate in tribuna. Un diverso colpo d’occhio certamente, piccolo passo per una normalità ancora lontana. In campo nei primi 45′ succede tutto nella primissima parte. Dopo 7′ Zaza fa tremare Sportiello: raccolto il lancio e fatto il suo ingresso in area, lascia partire un sinistro che si stampa sulla traversa. Passano quattro minuti e la gara però il Toro la sblocca: il Gallo incrocia col sinistro sfruttando al meglio il pallone di Rincon. Avanti la squadra di Giampaolo ma per poco: la risposta del Papu arriva puntuale, ed è una delle sue perle, un destro a giro imparabile per Sirigu. Una rete che scuote più la Dea, che di minuto in minuto si fa sempre più pericolosa fino al 2-1 di Muriel, al 21′. Più Atalanta che Toro man mano che il match va avanti e quando a 3′ dalla fine del primo tempo Hateboer segna il 3-1, tornano gli incubi di gennaio. Per fortuna il Toro accorcia subito, un minuto più tardi, ancora con Belotti, potendo così andare al riposo sul 3-2.

Secondo tempo: De Roon la chiude definitivamente

Difficile parlare di un Toro tornato in campo dopo l’intervallo. Sarà stato merito dell’Atalanta, però è solo la squadra di Gasperini a continuare a giocare senza accontentarsi mai. E così non può sorprendere che il tentativo di Belotti di restare con la squadra aggrappato alla partita venga vanificato dal gol del 4-2 di De Roon, dopo appena nove minuti. La partita si mette assolutamente in discesa per la squadra di Gasperini, mentre Giampaolo prova a cambiarla con qualche sostituzione. Prima inserisce Verdi e Lukic, poi prova con Millico e infine con Segre in cabina di regia. Il risultati non cambia perché la partita resta assolutamente in mano all’Atalanta che tra l’altro va anche vicina in più di un’occasione al gol del 5-2.

Andrea Belotti, Torino
Andrea Belotti, Torino

26 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mas63simo
mas63simo
1 mese fa

2 partite 0 punti …e dove sta la notizia! Ampiamente previsto dalla totalità dei tifosi. Io sinceramente speravo in uno 0a1 o 1a2 giusto x non demoralizzare troppo i nuovi giocatori …certo che prenderne 4 senza che l Atalanta abbia mai messo la quarta è discretamente umiliante.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
1 mese fa

Il Barca annaffia il prato nel pre-partita perché con il suo tiki-taka, palla a terra veloce, i giocatori dotati di tecnica e intelligenza si esaltano. La cairese, ben cosciente dei suoi brocchi, tenta la mossa di arare il campo così da trarne vantaggio, ma il divario è talmente ampio che… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
1 mese fa

La serie B è inevitabile e per molte ragioni è un passaggio necessario, per svegliare un popolo in cui il tasso di cairoti rimbambiti é ancora scandalosamente alto.