Le parole in conferenza stampa di Gabriele Cioffi, allenatore dell’Udinese, che ha presentato la gara di domani pomeriggio

Manca sempre meno alla sfida di domani pomeriggio: Udinese-Torino. Gabriele Cioffi, ha presentato la partita. Ha parlato anche della questione tifosi in protesta. Di seguito le sue parole.

Le parole di Cioffi

“La vittoria contro la Lazio ha dato energia e positività. Abbiamo affrontato una settimana corta perché da Roma siamo rientrati tardi, ma ho visto i ragazzi subito impegnati al massimo per preparare la gara con il Torino. Bijol è stato fuori quasi quattro mesi, con la Lazio ho dato minutaggio e quindi contiamo su di lui. Con Giannetti vedo punti di somiglianza e di diversità. Le mie parole sono state strumentalizzate e mal intepretate, i nostri tifosi formano un pubblico all’inglese. Ci sostengono sempre durante la partita, lavoriamo per dare gioie anche a loro. Probabilmente è stato un passaggio che non è stato colto, la pressione che loro hanno, potrebbe essere che gliela metto io anche. Il concetto è che mi aspetto amore dai tifosi, questo porta ai fischi e all’allontanamento dalla curva se le cose vanno male, sono convinto che domani li faremo gioire”.

“Sono contento per Masina”

Ha parlato anche di Adam Masina: “Masina è un ragazzo intelligente e professionista, sono contento stia raccogliendo quanto ha seminato. Cercheremo di essere più aggressivi e sfrontati aggiungendo un pizzico di gioco in più rispetto a quanto stiamo portando ultimamente. Le partite del Torino le guardo tutte, ho visto prestazioni ottime, mi aspetto una squadra che verrà qui per cercare bottino pieno e troverà in noi una squadra determinata a prendere il bottino pieno”.

Sui cartellini e i ballottaggi

“Ci sono cartellini e cartellini, quello di Perez è stato speso con logica. Ci sono falli ingenui di Kristensen ed Ebosele, poi c’è un rosso diretto che è una decisione del Var. Penso che ultimamente siano più che altro una coincidenza. Contro la Lazio ho avuto il dubbio tra Payero e Samardzic. Non escludo che presto potremo vedere la convivenza. Thauvin l’ho messo in panchina per un periodo. Ha chiesto umilmente spiegazioni lavorando forte sempre, si sta ritagliando il posto che merita. Walace per me è il titolare, ma Oier Zarraga ha dimostrato di essere un grande professionista e lavoratore”.

Gabriele Cioffi, head coach of Udinese Calcio, gestures during the Serie A football match between Torino FC and Udinese Calcio.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-03-2024


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
28 giorni fa

Ecco, Cioffiducia mi e’ simpatico fin da quando giocava da noi (e nonostante i trascorsi mantovani). Non mi spiacerebbe rivederlo da noi se Juric dovesse andare via.

Juric: “Ultima chiamata per l’Europa. Gioca Gineitis”

La probabile formazione del Torino: Ricci e Gineitis dal 1′