Le parole di Iago Falque al termine di Napoli-Torino: “L’Europa resta un sogno. Dobbiamo ancora lavorare molto, salviamo solo la reazione della ripresa”

nostro inviato a Napoli / Iago Falque commenta duramente la sconfitta di oggi contro il Napoli. “Abbiamo giocato i peggiori 30′ della stagione“. L’attaccante spagnolo, entrato nella ripresa, ha permesso alla squadra di avere maggior mordente sotto porta, ma non è bastato a ribaltare un risultato che sembrava già essere scritto alla fine del primo tempo. “Noi facciamo quello che il mister ci chiede” dice senza alcuna polemica l’attaccante, “le sue scelte? Le fa, come ogni partita. Può sbagliare anche lui, come tutte le persone. Ma dovete chiederlo a lui, noi facciamo il massimo, cerchiamo sempre di vincere. Oggi è stata una gara no, con la Juve e la Sampdoria abbiamo cercato di fare la gara, oggi proprio no“.

Continua poi Falque: “Abbiamo preparato la gara come le prepariamo sempre, cercando di metterli in difficoltà in possesso e con le ripartenze. Oggi non ci siamo riusciti. Ma  non abbandoniamoci al pessimismo, cerchiamo di vincere contro il Genoa, saranno 3 punti molto importanti. Negli spogliatoi? Non c’ero, stavo facendo allenamento in campo al termine del primo tempo, ma non possiamo dire che con altri giocatori magari la prima frazione sarebbe andata meglio. Stiamo comunque disputando una bella stagione“.

Sul Genoa: “Per avere una sosta tranquilla, sarebbe proprio importante vincere, davanti ai nostri tifosi. All’Europa noi crediamo ancora: bastano due vittorie e siamo di nuovo lì. Dobbiamo crederci, abbiamo le qualità per poterci arrivare. Quello è il nostro sogno, più che obiettivo: abbiamo le qualità però per farcela“.

Se sapevo di partire dalla panchina? No, ma l’avevo intuito già da ieri. Le scelte del mister vanno sempre rispettate: quando entro devo fare il mio meglio, devo fare gol e aiutare la squadra. Cosa salvo della gara? Forse la reazione di rabbia del secondo tempo, l’unica cosa che possiamo salvare. Oggi ho dato una risposta a Mihajlovic? Non dovevo dimostrare nulla o dare risposte, sto giocando tanto, segno, cerco sempre di dare il massimo. A volte gioco, a volte no“.

Infine, su Iturbe: “Lo conosco già da Roma. Se dovesse arrivare, sarebbe il benvenuto, aiuterebbe la squadra. Io continuo sulla mia strada, a livello personale sono piuttosto soddisfatto di come sta andando la stagione“.


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poppi1
poppi1
5 anni fa

Battiamo il genoa poi la sosta spero ci aiuti a capire tante cose .un primo tempo così allucinante non me lo ricorda da anni …già sono più forti,almeno tecnicamente,se poi li marchiamo a 4 mt………..hart e rossettini i migliori ……..

RiminiGranata
RiminiGranata
5 anni fa

Come lo scorso anno a Carpi, anche quest’anno dimostriamo che non sappiamo gestire il carico di ASPETTATIVE! Quando occorre dare il colpo d’ala e spiccare il volo, anzichè alzarsi ci implodiamo su noi stessi.. Mihajlovc, ha dimostrato di non amare molto tattica e bon ton … Tuttavia è l’allenatore giusto… Leggi il resto »

CuoreImpavido
CuoreImpavido
5 anni fa
Reply to  RiminiGranata

si Carpi e Napoli sono la stessa cosa…siamo dei tifosi ridicoli…più commenti leggo e più capisco quanto siamo diventati provincialotti

tric
tric
5 anni fa

Il Genoa stasera ha tentato il suicidio. Perin espulso.

Le pagelle di Napoli-Torino

Mihajlovic: “Sconfitta meritata, Ljajic un disastro”