Napoli-Torino, si salvano in pochi: granata in balia del Napoli nel primo tempo, la difesa traballa

HART 5.5: cinque gol, di cui uno su rigore e uno imprendibile, il quinto. Non ha evidenti colpe sulle reti partenopee

DE SILVESTRI 5: se voleva convincere Mihajlovic a dargli di nuovo una possibilità da titolare, non ha scelto la partita giusta (st 11′ FALQUE 6: ci mette poco l’esterno ad entrare nel vivo, perché da lui parte l’azione che permette a Belotti di accorciare le distanze)

ROSSETTINI 6: un salvataggio sulla linea, un gol, un rigore guadagnato. Dietro la difesa balla per novanta minuti, ma il centrale è più lucido dei compagni di reparto

MORETTI 5: a sorpresa si ritrova a sostituire Castan, ma no riesce nell’intento di far dimenticare la prestazione del brasiliano nel derby. Errori che si rivelano decisivi: sul 2-0 si ferma per protestare, il quinto gol nasce da un suo errato passaggio (rischioso) a Belotti

BARRECA 4.5: Mertens lo anticipa nel primo gol e si procura un rigore sfruttando una ingenuità del terzino. Nella ripresa anche Callejon lo salta nell’azione del quarto gol partenopeo

ZAPPACOSTA 5.5: in una posizione inusuale, perché il tecnico granata tenta di far coesistere il terzino con De Silvestri. Uno dei pochi che nel primo tempo tenta – piuttosto disperatamente – di mettere paura al Napoli

BENASSI 5.5: in difficoltà come tutta la squadra nel primo tempo, poi ci mette lo zampino sulla palla ricevuta da Falque e che Belotti trasforma in gol

VALDIFIORI 4.5: il ritorno a Napoli non è dei migliori per uno degli ex dell’incontro. Pochi palloni passano dai suoi piedi anche perché il centrocampo partenopeo vince ogni duello (st 1′ LUKIC 6: è fortunato a giocare il secondo tempo, e non il primo. Non fa sentire la mancanza di Valdifiori)

BASELLI 4.5: in costante difficoltà in un sistema di gioco che sembra confondergli molto le idee. Per questo (ma non solo) combina poco (st 22′ MAXI LOPEZ 5.5: subito un’occasione ma tentenna al momento del tiro)

LJAJIC 5: spaesato nei primi 45′, ha i piedi per inventare ma oggi sarebbe come predicare nel deserto. Da una sua punizione nasce il secondo gol dei granata

BELOTTI 5.5: troppo isolato nel primo tempo, non può fare tutto da solo. Con l’ingresso di Falque e il ritorno ad un sistema di gioco a lui più congeniale, si rivede a sprazzi il bomber che tutti conoscono

MIHAJLOVIC 5: che sia un calo della squadra o questione di atteggiamento iniziale, la sostanza non cambia. Nemmeno stravolgere la formazione serve a dare ai granata quel qualcosa in più per rialzarsi dopo i due ko consecutivi. Che diventano tre

Arb. DOVERI 6: può starci il rigore concesso al Napoli nel primo tempo, proteste partenopee per il penalty concesso ai granata. La partita procede su binari che gli permettono di fare bella figura


44 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
underdog
underdog(@underdog)
5 anni fa

meno male che Hart non è stato da 6 sennò ne facevano 9. L’hanno preso a pallate lui e Rosettini unici da salvare ieri

RDS TM
RDS TM(@rds-tm)
5 anni fa

A me sembra Falque imprescindibile e non Ljajic, non capisco perché alla fine sia sempre Iago ad essere sostituito o a finire in panca.

FrancoRamallo
FrancoRamallo(@francoramallo)
5 anni fa

Quoto 100% intervento Tarzan Annoni delle 17.53! Analisi che non fa una piega.

Sarri: “Dobbiamo ancora crescere in mentalità”

Falque: “I peggiori trenta minuti della stagione”