Le parole del tecnico del Torino Juric nella conferenza stampa dopo la vittoria casalinga per 4-0 contro la Salernitana

E’ soddisfatto Juric della prova del suo Torino contro la Salernitana, sconfitta per 4-0. Una vittoria che gli è valsa anche qualche coro di sostegno e incoraggiamento da parte dei tifosi presenti sugli spalti. Ed è proprio da quei cori che parte il tecnico: “Adesso è presto ma se li faranno alla fine dell’anno vorrà dire che abbiamo fatto un buon campionato“.

Poi sulla partita: “La squadra penso abbia fatto una buona partita. Può ancora migliorare, possiamo scioglierci ancora in attacco, essere un po’ più liberi. Hanno fatto bene, sulla fascia l’abbiamo preparata molto anche per cercare di allargare la difesa a 5 e oggi è andata bene“. Infine ancora un commento sul mercato: “Negli ultimi giorni sono arrivati 4 giocatori, Pobega, Zima, Praet e Brekalo, che sono tanti. E credo siano ragazzi che ci potranno dare una grande mano“.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-09-2021


23 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mas63simo
mas63simo
1 mese fa

Juric vedi di togliere quel lampione che abbiamo in porta perché quando cominceremo a perdere per colpa sua ( e succederà)i cori si trasformeranno in fischi !

Guevara2019
Guevara2019
1 mese fa

Una vittoria molto importante che rasserena l’ambiente, Juric sta iniziando a dare un’impronta, i nuovi sono calciatori validi su cui contare, sommando il ritorno del Gallo a ottobre, direi che il bicchiere è mezzo pieno. Ora mancano solo le conferme di gioco e di punti. Su tutti oggi ha spiccato… Leggi il resto »

oguro65
oguro65
1 mese fa

Ciò che rende tollerabile questa società è solo Juric, finalmente un buon allenatore e un garante per tutti noi. Il progetto è su 3 anni, vediamo. Il bello arriverà quando bisognerà riscattare chi avrà fatto bene…..

Le pagelle di Torino-Salernitana: Ansaldi da clonare, Bremer non perde il vizio

Sanabria: “Una settimana da ricordare. Felice per gol e vittoria, vogliamo migliorare”