Le pagelle di Atalanta-Torino: Bonifazi sbaglia tutto, centrocampo non pervenuto

di Ivana Crocifisso - 22 Aprile 2018

Prestazione pessima dei granata, a partire dalla difesa. Rincon evanescente, Belotti non punge: le pagelle di Atalanta-Torino

SIRIGU 6.5: costretto agli straordinari contro un avversario che lo impegna di continuo. Nel primo tempo decisivo su Gosens e Barrow, si ripete anche nella ripresa evitando un passivo decisamente più pesante.

NKOULOU 5: giornata no per il difensore, in affanno come del resto l’intera difesa granata. Sempre in ritardo e meno lucido del solito, mai così in difficoltà, Gomez gli crea più problemi del previsto.

BURDISSO 5: la difesa traballa come poche altre volte e nemmeno l’esperto difensore è esente da colpe. Soffre in più di un’occasione il dinamismo di Barrow.

MORETTI 5: paga la giornata di un reparto che non brilla e che sembra poter capitolare a ciascun affondo atalantino.

BONIFAZI 4: la mossa a sorpresa di Mazzarri avvantaggia solo Gasperini. Grosse colpe sui due gol da parte del centrale schierato terzino, specialmente sul primo, quando dimentica Freuler. Errori di posizione e dormite che rendono la sua prestazione ampiamente insufficiente (st 22′ MOLINARO 6: quando entra il Toro quantomeno torna ad avere un terzino in grado di spingere)

ACQUAH 5: a centrocampo non ne vede molte, è costantemente in difficoltà. Non riesce a fare filtro e sbaglia anche gli appoggi più semplici  (st 31′ BERENGUER 5.5: non fa in tempo ad avere il giusto impatto sulla partita).

RINCON 4.5: stavolta non c’è Obi per tentare di riparare una prestazione al limite del disastroso e il giocatore è “costretto” a restare in campo fino alla fine. Evanescente.

ANSALDI 5: per chi ha ancora negli occhi la prestazione contro il Milan è una delusione vedere il terzino così “timido” in fase di spinta e non sempre brillante in fase di copertura.

LJAJIC 6: uno dei pochi a far paura all’Atalanta, nonostante i palloni giocabili si contino sulla punta delle dita. Uno lo trasforma in gol tre minuti dopo l’1-0 avversario. Senza il serbo questa squadra sarebbe poca cosa ma può (e deve) fare più di oggi.

EDERA 6: nella prima da titolare in campionato confeziona il pallone, illusorio, che Ljajic spedisce in rete poco dopo il primo vantaggio nerazzurro. Troppo spesso indietreggia, quando l’Atalanta va in pressione, facendo perdere al Toro qualità negli ultimi venti metri (st 39′ NIANG SV).

BELOTTI 4.5: innesca l’azione del gol di Ljajic ma non è quello che il Toro si aspetta dal suo bomber, ancora in ombra come già con il Milan. Nel finale anche un battibecco con Sirigu.

All. MAZZARRI 5: un peccato mortale che una squadra infarcita di difensori conceda così tante occasioni all’Atalanta subendo due gol praticamente identici. Un peccato mortale aver deciso di non provarci, mai.

Arb. AURELIANO 6: qualche decisione scontenta ma non commette errori gravi.

più nuovi più vecchi
Notificami
10genà
Utente
10genà

“Bonifazi sbaglia tutto”! eh già già…è proprio lui che sbaglia tutto

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Chi era a scrivere “abbiamo un allenatore”? Si vede. Oggi 4 Coraggioso, temerario, infonde sicurezza e sa mettere in condizioni ideali i giocatori nelle partite da dentro o fuori. Cura la fase difensiva come nessun altro. Ah, dimenticavo! A “Chievo” ancora ridono da quando ha mandato uno spione mimetizzato con… Leggi il resto »

Bischero
Utente
Bischero

Accanirsi con Bonifazi non ha senso.

Ivan Groznyj (El Terrible)
Utente
Ivan Groznyj (El Terrible)

E’ stato il suo allenatore ad accanirsi su di lui. Il voto non è un accanimento, è un giudizio alla prestazione, nonostante le attenuanti. Accaniamoci su chi lo ha messo in campo. E su chi ha scelto questo “allenatore”.