Le pagelle di Torino-Chievo Verona

di Ivana Crocifisso - 26 Novembre 2016

HART 6: una sola parata, e nemmeno tanto complicata, nei primi 45′, nella ripresa nonostante la pressione del Chievo non è costretto a troppi interventi

ZAPPACOSTA 6.5: ancora una volta preferito a De Silvestri, il terzino offre grandi garanzie in fase offensiva ma anche quando si tratta di ripiegare non dispiace

ROSSETTINI 6: in crescita rispetto alle ultime prestazione, non commette errori decisivi

CASTAN 7: di giornata in giornata i miglioramenti sono piuttosto evidenti. In difesa è una vera sicurezza, grande intervento in pieno recupero su uno degli ultimi arrembaggi gialloblù

BARRECA 7: torna dopo una gara di assenza mostrando di non aver dimenticato come si gioca su quella fascia. Suo il cross che poi Falque trasforma in gol (l’1-0), ma ottimi sono anche gli anticipi in difesa anche quando si tratta di avversari d’esperienza come Pellissier

BENASSI 6: meno inserimenti del solito dal capitano granata, che dà dinamismo al centrocampo pur senza lasciare il segno come spesso gli è accaduto quest’anno (st 37′ ACQUAH SV)

VALDIFIORI 6: ordinato a centrocampo, smista palloni, è un’altra buona prestazione dopo l’iniziale periodo di adattamento

BASELLI 6: sul piano della grinta e del carattere la prestazione è ampiamente sufficiente, anche se da un giocatore di qualità ci si aspetterebbe di più (st 13′ OBI 6: sfiora il gol del 3-0, buono l’impatto)

FALQUE 8: e dire che Mihajlovic, spazientito, stava quasi pensando di sostituirlo. Perché fino al gol che sblocca il match lo spagnolo non aveva dato l’impressione di essere in serata. Ci mette tre minuti per far capire a tutti cosa può fare quando è in forma: la sua doppietta è decisiva (st 24′ BOYE’ 6: dà vivacità alla manovra)

BELOTTI 6.5: a dispetto dell’influenza che ne aveva messo in dubbio la presenza, il Gallo cerca con insistenza il gol e gioca una gara generosa come di consueto. Si nota la grande voglia dell’attaccante di trovare la rete, per continuare la corsa in classifica marcatori. Stavolta, però, resta a secco

LJAJIC 6: dopo 13′ rischia di diventare protagonista in negativo del match, con una reazione che avrebbe potuto lasciare in dieci il Toro. Troppo nervoso nella parte iniziale del match ed è un peccato, dato che ha i numeri per essere protagonista in ben altro modo

All. MIHAJLOVIC 7: il suo Toro in casa è inarrestabile e vince le partite contro le avversarie che un tempo puntualmente sgambettavano i granata. Se il Toro non è più una sorpresa il merito è in grande parte proprio del suo allenatore: oggi la squadra ha saputo soffrire ed emergere senza essere beffata nel finale

Arb. CHIFFI 4.5: dopo 13′ sceglie di mostrare il giallo e non il rosso a Ljajic e nella ripresa grandi lamentele del Chievo per un mani – che a dire il vero sembra netto – di Barreca. Non è serata né per il direttore di gara, né per chi dovrebbe aiutarlo a non commettere errori: nel finale del match scontenta tutti

più nuovi più vecchi
Notificami
Gianni
Utente
Gianni

Diciamo tutta la verità, persino Hart ha fatto una pessima partita e sicuramente c’è un calo di concentrazione generale. Valdifiori in fase costruttiva ha sbagliato più del solito, il centrocampo era moscio come a Crotone. Anche lo stesso Iago prima di sbloccarsi, non me azzeccava una. Farei turnover se in… Leggi il resto »

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Per me ieri il Toro ha giocato un primo tempo appena sopra la sufficienza, anche se si vinceva 2 a 0, ma certamente il secondo tempo è stato pessimo. Non è la prima volta che si gioca, nel complesso, malino. In realtà, per parlare dei singoli, mi pare che Castan… Leggi il resto »

tirrenogranata
Utente
tirrenogranata

Mah, io darei un 6,5 generale giusto per i tre punti. Belotti generosissimo, al 90mo ancora ripiegava in copertura e correva a dare manforte davanti, Boye merita più spazio, Obi e Acquah sono da squadra di serie B, Barreca bene davanti ma due errori da giovane promessa, ha rischiato grosso.… Leggi il resto »