Il tecnico granata Walter Mazzarri presenta in conferenza stampa il difficile impegno di domani del suo Torino sul campo della Sampdoria

È già vigilia di campionato in casa Torino. La formazione granata domani pomeriggio (calcio d’inizio alle ore 18) affronterà sul difficile campo del Ferraris la Sampdoria nel primo anticipo della 23ª giornata di campionato. Come da consuetudine l’allenatore Walter Mazzarri presenta la partita in conferenza stampa. “Domani andiamo ad affrontare una partita su un campo difficile. Dopo la vittoria contro la Roma penso che alla Samp siano pieni di entusiasmo e non avevano bisogno di altro entusiasmo ancora. Abbiamo lavorato bene il settimana, provando varie soluzione. Se vogliamo fare un risultato importante dobbiamo evitare gli errori fatti con il Benevento. Berenguer? Non so se sarà sempre titolare, preferisco parlare della squadra piuttosto che dei singoli”.

“Il Benevento in alcuni frangenti ci ha rubato palla, hanno vinto i rimpalli. Tutto questo non deve succedere. Non dobbiamo pensare al pareggio, ma a vincere sempre, solo così possiamo diventare una squadra importante”.

Mazzarri ha poi parlato anche delle condizioni di Belotti e Ansaldi. “Belotti? Quando mando in campo un giocatore è perché può fare i novanta minuti. Questo è un discorso che vale in generale, ho una rosa ampia a disposizione per il campionato quindi preferisco mandare in campo quelli che stanno bene. Ansaldi? Non credo che possa ancora giocare novanta minuti, quando giocherà dovremo essere sicuri che non abbia ricadute”.

Mazzarri ha poi parlato della Sampdoria, sua ex squadra. “Alla Samp ho passato due anni bellissimi, importanti. Quando arriverò l’ sentirò certamente delle sensazioni belle, è una cosa bella fare anche delle sfide lì. Ora la cosa che mi interessa e dare gli input giusti alla squadra per fare bene. Quagliarella? E’ un ragazzo d’oro, è un giocatore e un uomo di grandi qualità”.

Poi su Ljajic. “Finalmente il calciomercato è finito e ora sono sicuro che tutti penseremo solo agli avversari. Ljajic? Si è messo bene a disposizione, oggi faremo la rifinitura e vedremo chi giocherà”.

Mazzarri ha poi parlato della sessione di mercato appena conclusa. “Il mercato di gennaio non è mai facile, se si deve rinforzare una squadra ci devono essere dei giocatori disponibili che per noi possano essere davvero dei rinforzi. Se ci guardiamo intorno vediamo che neanche le altre hanno fatto molto, forse non c’è stata la possibilità di prendere dei giocatori che per noi fossero davvero dagli infortuni. Io poi sono arrivato da poco e devo ancora valutare bene tutta la rosa”.

“Dove ho visto la mia mano? I gol che sono arrivati con il Benevento erano cose provate, anche certi movimenti di Niang. Ci sono dei momenti in cui la lettura della partita va migliorata”.

Sulla formazione che scenderò in campo domani. “Domani si dovrebbe partire con il modulo che abbiamo fatto finora, poi con il Sassuolo abbiamo cambiato in corsa. Numericamente siamo tanti in rosa, sia in attacco che in difesa. Da qui a giugno valuterò tutta la rosa. Bonifazi? Può giocare anche con la difesa a quattro”.

“Quando metto in campo la squadra anche io vorrei poter far giocare tutti i calciatori di qualità che abbiamo, però ora non è possibile, avete visto anche voi con il Benevento che serve equilibrio. Idee per fare giocare tutti i vari attaccanti insieme ne ho, ma fare esperimenti quando mi si chiede anche di fare punti è difficile. Sappiamo quanto è importante fare punti e vincere le partite”.

“Dal punto di vista fisico domani abbiamo un test importante contro una squadra che va a mille. Dobbiamo lavorare anche sulla maturità, nei novanta minuti dobbiamo gestire meglio tutte le situazioni e leggerle meglio. Anche con il Benevento abbiamo preso un contropiede sul 3-0 con loro in dieci, con il Bologna sul 2-0 abbiamo preso due contropiedi. Dobbiamo crescere sotto questo aspetto”.


107 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Roberto DS63
Roberto DS63
4 anni fa

A sentire Uolter fanno prima a riprendersi gli usciti da una coma dimessi da una terapia intensiva che i nostri infortunati, almeno taluni……

Gianky1969 (Giancarlo)
Gianky1969 (Giancarlo)
4 anni fa

Poi ha una “rosa ampia” (ancora con sta storia!) a disposizione, detto da lui è importante considerato che è ……l’allenatore. Ma tra ampia e completa c’è differenza e a molti pare carente in più di un ruolo, tra titolari e panchinari, a lui no? Molto bene, ci aspettiamo il massimo… Leggi il resto »

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
4 anni fa

L’unico rinforzino potrebbe essere un ronzino.
Ma se vuol impiegare Ljajic solo per metà qualcuno gli può spiegare che il girone di ritorno è già iniziato da quasi un mese e noi vediamo solo sempre quel grillo che immancabilmente sostituisce con un portiere?

Gianky1969 (Giancarlo)
Gianky1969 (Giancarlo)
4 anni fa

Quando uno fa considerazioni cosi approssimative, quali giudizi puoi dare? Sarebbe stato interessante sapere quanti minuti hanno sulle gambe, rispettivamente, Belotti, Ansaldi e Lijajc. Solo in questa maniera ci si può fare una idea del “perché” di certe scelte. Giusto un inciso: domenica scorsa dopo 15′ Ansaldi già si stava… Leggi il resto »

Giampaolo: “Spareggio per l’Europa? Le partite decisive si giocano alla fine”

Convocati Sampdoria-Torino: Mazzarri ritrova Edera, out solo Lyanco