La conferenza stampa di Davide Nicola alla vigilia di Sampdoria-Torino: ecco le parole dell’allenatore granata

Davide Nicola presenta in conferenza stampa la sfida contro la Sampdoria, in programma alle 15 del 21 marzo. L’allenatore del Torino risponde alle domande inviategli da giornaliste e giornalisti. “La rimonta contro il Sassuolo? Ora pensiamo solo alla Samp che è forte e sarà una partita difficile. Sono tosti, giocano in ampiezza e bravi nelle seconde palle, serve attenzione”. Il tecnico si concentra poi sulle caratteristiche della sua squadra: “Non molliamo mai, anche se commettiamo alcuni errori specialmente all’inizio delle partite. Questa è una squadra che ha dimostrato di saper interpretare modi diversi di stare in campo e questa è una forza. Dobbiamo solo essere più coscienti del fatto che non dobbiamo sempre aspettare qualcosa di negativo prima di attivarci in maniera convincente”.

Dopo il successo nel recupero infrasettimanale, il Toro ha bisogno di continuità per tenere distante la zona retrocessione: “Così aumentano le possibilità di raggiungere l’obiettivo. Se facciamo le cose in un certo modo, possiamo raggiungere ciò che vogliamo. I ragazzi stanno lavorando bene e con impegno, c’è da migliorare ma non ci stiamo concentrando solo sui difetti”.

“Da quando sono qui c’è stata una costante rimonta, è un dato che dimostra la volontà di crederci e non mollare mai. Nell’ultimo quarto d’ora saltano un po’ gli schemi, non si sa quando si trova la giocata decisiva, quindi non mi interessa il minutaggio dei gol ma la consapevolezza di fare bene dal primo all’ultimo minuto”. E sulla corsa salvezza: “Ogni partita è una battaglia. Dobbiamo fare punti ed esprimere un certo tipo di gioco: dobbiamo mettere a posto alcune cose, ma non c’è un’altra strada. Dobbiamo essere convinti di ciò che facciamo”.

Il suo Torino, contro il Sassuolo, ha cambiato tre moduli in novanta minuti: “Ma i dati dicono che il 3-5-2 sta avendo un valore importante nella produzione di gioco e in tante altre statistiche che sono positive per noi. Cambiare per cambiare ha poco senso. I valori del Toro sono importanti, ma serve trovare anche equilibrio in fase difensiva”.

Singo è tornato a disposizione e così ha commentato Nicola: “Potrà esserci utile già domani”. E su Gojak: “Può fare la mezzala o l’esterno di un centrocampo a quattro, ha dinamismo e riconosco le sue qualità. Mi piace molto, sta dimostrando di essere utile quando è chiamato in causa”. Mandragora ha riconquistato la convocazione in Nazionale: “Sono felice per lui: il lavoro che stiamo facendo può portare ad altri obiettivi”.

Davide Nicola, head coach of Torino FC, looks on during the Serie A football match between Torino FC and US Sassuolo.
TAG:
conferenze stampa home

ultimo aggiornamento: 20-03-2021


6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa

con giamp eravamo sempre sempre sempre rimontati
Con Nicola sempre sempre sempre rimontiamo. Per un pelo non abbiamo rimontato anche l’Intec capolista.
Segno che l’allenatore conta e che la rosa non è da CL ma nemmeno da B

bombereleven
bombereleven
3 mesi fa

Il lecchino cairota ha emanato il suo sermone,che come al solito non interessa a nessuno,un invertebrato che continua a ronzare, fastidioso come una mosca…..

T9
3 mesi fa
Reply to  bombereleven

Idiota parla per te e non per tutti e in generale rispetta le persone, a me interessa.

bombereleven
bombereleven
3 mesi fa
Reply to  T9

Parlavo delle persone normali,non degli iloti come te….

Orgogliogranata
Orgogliogranata
3 mesi fa
Reply to  bombereleven

La maleducazione o meglio il cyberbullismo ha raggiunto anche coloro che si reputano gli unici gloriosi e ‘veri’ tifosi del Toro.

Sinceramente ne farei anche a meno e sempre più fastidioso leggere certi commenti.

Poi magari sono ‘educati’ padri di famiglia e non rozzi animali da getto.

Che bello l’anonimato.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa
Reply to  bombereleven

la differenza plastica tra un tifoso, io, che parlo di calcio e di Toro, e lo zerotreino di turno, bomber, esperto di insultologia Null’altro da aggiungere se non una facile profezia: “un domani” Cairo prima o poi passerà; ma questi zerotreini resteranno, a insultare il pres, l’allenatore, i giocatori e… Leggi il resto »

Ranieri: “Il Torino ha uno spirito battagliero, sarà una partita delicata”

La probabile formazione del Toro: Izzo ce la fa, davanti Sanabria e Belotti