I precedenti di Torino-Lazio in Serie A: in terra piemontese il bilancio è molto in favore dei granata, con 28 vittorie su 68 partite

Tra una partita di Europa e un’altra, scende in campo anche il Torino. I granata giovedì ospitano la Lazio per il recupero della 21ª giornata di Serie A, nella sfida che apre il filotto di partite contro le dirette concorrenti per l’Europa. Storicamente i biancocelesti non hanno dato molto filo da torcere ai granata in casa, come dimostrato dalle 28 vittorie del Toro su 68 partite giocate in Serie A, a cui si aggiungono anche 25 pareggi e 15 sconfitte. L’ultimo precedente risale alla seconda giornata del scorso campionato, quando le due squadre nell’afa di agosto si sono accontentate di uno scialbo 0-0.

Il 3-4 rocambolesco

Una partita che risalta alla mente quando si parla di Lazio è certamente quella del 3-4 del novembre del 2020. In quel caso nella panchina granata sedeva Marco Giampaolo, e quella sconfitta fu una delle beffe più grandi della sua gestione. Dopo 80 minuti in cui entrambe le squadre erano andate in vantaggio (0-1 Lazio prima e 2-1 Toro poi), all’87’ Lukic segnò la rete che sembrava potesse valere i tre punti. Nei minuti di recupero, però, successe di tutto. Al 90+’3 venne concesso un calcio di rigore agli ospiti, realizzato da Ciro Immobile, e poi i ragazzi di Inzaghi vinsero la partita al 98′ con la rete di Caicedo.

Una vittoria che fa sperare nell’Europa

Un precedente caro ai tifosi del Toro riguarda invece la sfida del 2019. Toro e Lazio si trovavano al 7° e all’8° posto, e nell’ultima giornata i ragazzi di Mazzarri si giocavano l’Europa, in quanto il Milan sarebbe poi stato squalificato. Diversamente dal solito, i granata vinsero quella partita decisiva per 3-1, garantendosi poi la qualificazione ai playoff di Europa League. Fu anche l’ultima presenza da calciatore di Emiliano Moretti, celebrato dal pubblico dopo la sostituzione e al fischio finale.

L’arrivederci alla Serie A

Un’altra partita che merita di essere ricordata è Torino-Lazio del 26/05/1996. I granata, allenati da Vieri, erano retrocessi matematicamente in Serie B due settimane prima e si presentarono con una serie di giovani contro una squadra che invece aveva l’obbligo di vincere per andare in Europa. La partita finì 0-2, e il Toro salutò la Serie A, rivedendola poi solo dopo 3 anni.

Alessio Romagnoli
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 21-02-2024


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mavafancairo
1 mese fa

Mammana, sarebbe così gentile da spiegarci perché ha definito la partita del maggio 1996 ‘una partita che merita di essere ricordata’ ?

giogranata
giogranata
1 mese fa

Ok, il bilancio sarà anche positivo per il Torino ma, comunque, sarà da giocare la partita per cercare di trovare un risultato che spinga i Granata a cercare di superare l’ostacolo, retorica a parte. La partita con Giampaolo in panchina vorrei cancellarla dalla storia Granata. Sono certo che avrebbe dato… Leggi il resto »

Fabio (febius6)
1 mese fa

Guardate che nella partita del rocambolesco 3-4 in panchina sedeva il “maestro” Giampaolo e non Mazzarri…

Lovato: “Contento di non aver subito gol. Spero di lavorare a lungo con Juric”

Juric: “Le frasi di Cairo? Non parliamo tutti i giorni, ora conta la Lazio”