Sintesi e commento di Salernitana-Torino 1-1, secondo match del 2023: al gol di Sanabria risponde Vilenha

Con la vittoria il Toro avrebbe raggiunto l’Udinese, fermata ieri dalla Juventus, all’ottavo posto. Invece all’Arechi, nonostante la mole di occasioni prodotta nel primo tempo e grazie anche ad un super Ochoa, arriva il secondo pareggio di fila dopo quello col Verona di mercoledì. Una squadra che raccoglie meno di quanto avrebbe meritato ma che deve pure rammaricarsi per il gol del pareggio preso ad inizio ripresa.

Il primo tempo: super Ochoa e vantaggio Sanabria

Per la sfida alla Salernitana di Davide Nicola, Juric opera un leggero turnover, in vista del match di Coppa Italia contro il Milan. Cambia la difesa, con il solo Schuurs confermato e con Zima e Buongiorno in campo, cambia il centrocampo, dato che con Lukic c’è Linetty e non Ricci. Sulla trequarti confermati Vlasic e Radonjic, Sanabria riferimento in attacco, con Miranchuk In panchina. Un Toro che è subito arrembante. Dopo soli sei minuti, su angolo, Buongiorno e Zima a due passi dalla porta non riescono a deviare il pallone, complice l’intervento della difesa della Salernitana. Due minuti dopo ci prova Zima dalla distanza ma Fazio devia. Passano sessanta secondi e da corner Toro ancora pericoloso, di nuovo con Zima che va di testa trovando però il pronto intervento di Ochoa. Al 12′ ancora protagonista il portiere con una grande parata stavolta su Sanabria. C’è solo una squadra in campo, quella di Juric: al 20′ costretto all’uscita il portiere della Salernitana per impedire a Vlasic di avere lo specchio a disposizione. Alla mezz’ora fuori di pochissimo il colpo di testa di Buongiorno. Al 32′ la più grossa occasione degli ospiti: bravissimo Schuurs ad intervenire su Dia poco dentro l’area di rigore impedendo al giocatore del campani di tirare in porta. La partita si sblocca al 36′: sul cross dalla destra di Lazaro, in tuffo di testa Sanabria batte Ochoa, che stavolta nulla può. Palo di Schuurs al 42′: ancora su angolo il difensore olandese colpisce di testa il legno alla sinistra di Ochoa. Al 45′ si va al riposo sull’1-0: un risultato che sta strettissimo ai granata.

Il secondo tempo: il pari della Salernitana

Il secondo tempo inizia con 15’ di ritardo: si era rotto il monitor del Var a bordo campo, motivo per cui Colombo ha atteso che tutto fosse ripristinato. Minuti che, visto come comincia la ripresa, sono favorevoli alla Salernitana più che al Torino. Dopo 4’, infatti, torna tutto in parità: azione personale di Vilenha che concretizza un contropiede fulmineo battendo Milinkovic-Savic. Pesa non poco l’errore di Vojvoda, che favorisce gli avversari con un maldestro passaggio orizzontale. Meglio i padroni di casa: rispetto a quanto visto nel primo tempo, la situazione sembra essersi ribaltata. Juric correi ai ripari, anche perché sia Lukic che Linetty sono ammoniti: c’è Ricci in campo al posto del polacco. Poco dopo pericolosissima la Salernitana: Piatek, in campo proprio dopo l’intervallo, sfiora la rete del 2-1. Al 13’ decisivo il portiere granata a dire no a Candreva. Al 19’ triplo cambio per il Toro: c’è Singo al posto di Vojvoda, Djidji al posto di Zima e Miranchuk che prende il posto di Radonjic. Al 27’ Juric costretto ad un altro cambio: Lazaro infortunato non ce la fa a proseguire, e così entra in campo Rodriguez, che va a fare l’esterno a sinistra. Squillo del Toro pochi secondi dopo: pallone di Ricci per Sanabria al limite, la tocca il nove per Miranchuk che trova il solito Ochoa che con la mano frena il pallone, favorendo poi il rinvio di un compagno a due passi dalla linea di porta. Col passare dei minuti il Toro si fa più pericoloso: al 37’ sul cross di Rodriguez Singo non trova la porta per un soffio. Poi al 40’ azione personale di Rodriguez che entra in area e conclude verso la porta trovando un miracoloso Ochoa che tocca di quel tanto che serve per far colpire al pallone il palo esterno. Nei sei minuti di recupero concessi da Colombo

Antonio Sanabria
Antonio Sanabria
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 08-01-2023


28 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
giorgione
giorgione
20 giorni fa

Io non ne posso più di partite così

mavafancairo
mavafancairo
20 giorni fa
Reply to  giorgione

con in porta un fenicottero, un esterno sinistro di piede destro, dei mediocri ed esili mestieranti a centrocampo, dei trequartisti concreti quanto una promessa del nano, una punta non punta e delle seconde linee fra le peggiori del campionato, direi che è piuttosto complicato fare delle partite migliori di questa

Scimmionelli
Scimmionelli
20 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Continua ad insultarli e vedrai come giocheranno bene. Tu non aspettavi altro che poterli insultare un po’.

Scimmionelli
Scimmionelli
20 giorni fa
Reply to  giorgione

Partite cosi’ fanno parte del calcio. Sempreche’ per “calcio” si intenda calcio con bel gioco e non il pragmatico catenaaccio che e’ di una noia mortale ma ti fa vincere le partite.

ardi06
ardi06
20 giorni fa

Abbiamo giocato molto bene, possesso palla altissimo e finalizzato alla conclusione, il doppio dei passaggi rispetto a loro e con molta più precisione. Quello che è mancata come sempre è la precisione nei tiri, inoltre i due portieri hanno fatto la differenza. Ochoa parate normali e tre grandi parate, vms… Leggi il resto »

Davide69
Davide69
20 giorni fa
Reply to  ardi06

Non ne hanno perché se ne avessero non giocherebbero da noi. Se continui a prendere un trequartista in prestito perché non vuoi spendere e pretendi che faccia la punta perché non vuoi comprarne una che segni perché costa… e prendi karamoh l ultimo giorno di mercato..i risultati sono questi. La… Leggi il resto »

ardi06
ardi06
19 giorni fa
Reply to  Davide69

Su questo non c’è dubbio

direibene18
direibene18
20 giorni fa

…….quelli che aspettano l’ EL…..

Salernitana-Torino 1-1: il tabellino

Le pagelle di Salernitana-Torino: Sanabria si sblocca, Vojvoda sbaglia troppo