L’esterno del Torino, Valentino Lazaro, fuori al 27′ del secondo tempo: condizioni da verificare, oggi la risonanza

Si è fermato intorno al 24′ del secondo tempo di Salernitana-Torino, dopo uno scontro di gioco, Valentino Lazaro: lo stand medico, intervenuto per accertarsi delle sue condizioni, aveva dato alla panchina l’ok per farlo proseguire. Ma due minuti dopo l’esterno ha chiesto il cambio. Poco prima era rientrato in campo Singo, tornato dall’infortunio: la situazione di emergenza sulle fasce resta quindi alta. In conferenza stampa Juric si è detto “preoccupato” per le condizioni del giocatore e aveva ragione: gli esami a cui si è sottoposto il terzino hanno evidenziato una lesione di alto grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro. Nei prossimo giorni sono previsti nuovi accertamenti ma il terzino sarà costretto ad almeno due mesi di stop.

Valentino Lazaro
Valentino Lazaro
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 09-01-2023


50 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
29 giorni fa

E l’arbitro neanche ha ammonito l’autore del brutto fallo, che se non sbaglio, ma non ne sono certo, era pure già ammonito. Io credo che quando un giocatore fa un intervento pericoloso su un altro è che lo fa infortunare in modo grave, se l’arbitro non fa nulla, va poi… Leggi il resto »

eugenio morosini
eugenio morosini
29 giorni fa
Reply to  ardi06

Concordo sostanzialmente.

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
29 giorni fa

Che torni o meno, tanti auguri di una pronta e totale ripresa.
In bocca al lupo per la sua carriera.

eugenio morosini
eugenio morosini
29 giorni fa

Concordo assolutamente.
Lazaro attraversava un ottimo periodo di forma e purtroppo il grave infortunio lo rende indisponibile per chissà quanto tempo … .
Maledetta sfiga !!!

Last edited 29 giorni fa by eugenio morosini
Jones
Jones
29 giorni fa

tutto nella norma per noi,ne ero certo al100%

eugenio morosini
eugenio morosini
29 giorni fa
Reply to  Jones

Jones. al Toro la sfiga ci vede maledettamente bene e la sua mannaia colpisce inesorabile con inaudita intensità e frequenza fin dalla maledetta notte di Amsterdam di oltre trenta anni fa.
E’ davvero un destino maledetto quello che perseguita la storia del Vecchio Cuore Granata !

Singo, il rientro arriva al momento giusto: ora c’è bisogno di lui

Calciomercato Torino, nuovi contatti per Shomurodov: può essere la soluzione per l’attacco