Sintesi del primo tempo di Torino-Inter, il match valido per la ventisettesima giornata del campionato di Serie A 2020/2021

Aveva illuso Sanabria col gol del momentaneo 1-1: ma la premiata ditta nerazzurra Lukaku-Lautaro condanna il Toro ad un’altra sconfitta. I granata non riescono nel sorpasso al Cagliari (impegnato alle 18 contro la Juventus) e alle spalle si avvicina anche il Parma. I ducali battono la Roma nettamente e sono al momento a un solo punto dai granata, pronti a rientrare nella grande lotta salvezza da cui solo tre settimane fa il Torino sembrava poter uscire vincitore, dopo il successo di Cagliari.

Torino-Inter, il primo tempo

Contro l’Inter, Nicola schiera Verdi dal primo minuto con Sanabria, mentre in difesa il tecnico granata manda subito in campo Bremer, che aveva svolto qualche allenamento in settimana dopo essersi negativizzato. Di fronte c’è una squadra che ha un grande potenziale offensivo, e già dai primi minuti la coppia Lukaku-Lautaro si rende pericolosa. Sul cross di Perisic stacca Lautaro e il pallone finisce di poco fuori, qualche minuto dopo il cross è di Lukaku ed è Lyanco a salvare su Lautaro. Aveva pasticciato nell’occasione Vojvoda: il tentativo di respingere il cross del numero nove si era trasformato in assist l’altro attaccante nerazzurro. Inter in possesso: al quarto d’ora ci prova di testa De Vrij da corner, ma la palla finisce alta. Il Toro tenta di farsi vedere con Verdi ma la difesa nerazzurra è vigile. Lo è decisamente meno al 28′ quando il Toro ha una clamorosa occasione sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Verdi dalla sinistra, Lyanco elude la sorveglianza di Bastoni e tutto solo a due passi dalla porta schiaccia il pallone di testa e colpisce il palo! Poi sulla linea salva Lukaku, ma il Toro non può che mangiarsi le mani per l’occasione avuta, la più grande del primo tempo di questa partita. Al 35‘ Barella pesca Lautaro ma Izzo è bravo nell’anticipo. Cala un po’ la pressione nerazzurra rispetto alla prima parte dell’incontro e il Torino prova ad uscire dalla morsa. Azione in solitaria di Murru al 39′: l’esterno dribbla un paio di giocatori e lascia partire un sinistro che però viene murato da Skriniar. Decisamente fuori misura, invece, il sinistro di Barella al 45′.

Secondo tempo: Lukaku apre, Lautaro la chiude

Dopo nemmeno tre minuti dall’inizio del secondo tempo, Baselli deve alzare bandiera bianca: il colpo alla caviglia subito a fine primo tempo gli impedisce di continuare. Così Nicola manda in campo Linetty. Si fa vedere l’Inter da calcio piazzato con Brozovic e poi con Skriniar: al 10’ doppio cambio nerazzurro, con Eriksen e Young in campo al posto di Gagliardini e Perisic. Passano sei minuti e l’Inter va in vantaggio: Izzo stende Lautaro, appena dentro l’area, Lukaku trasforma il calcio di rigore concesso da Valeri. Il Toro resta però in partita: entrano Zaza, Ansaldi al posto di Verdi e Murru. E su angolo, al 25’, il Torino pareggia: lo batte Mandragora, c’è una grande mischia col pallone colpito da Lyanco di testa. La sfera arriva sui piedi di Zaza, Handanovic respinge ma nulla può su Sanabria. Tutto da rifare, 1-1. L’Inter manda in campo anche Sanchez ed è proprio dai piedi del numero sette che al 41’ nasce il 2-1 nerazzurro. Cross e colpo di testa di Lautaro, con Izzo sorpreso e con Sirigu stavolta tradito dai riflessi. Nel finale mossa della disperazione di Nicola, che manda in campo anche il Gallo Belotti insieme a Gojak, per Sanabria e Vojvoda. 

Sanabria e Skriniar in Torino-Inter
Sanabria e Skriniar in Torino-Inter
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 14-03-2021


20 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
salacercipersempre
salacercipersempre
8 mesi fa

…incredibile…ma avete sentito le interviste di Nicola e Sirigu su Torino Channel? Grande prestazione? Gara preparata alla grande? Contro l Inter abbiamo fatto il massimo? Sembra che li abbiamo asfaltati. Invece loro hanno fatto 2 tiri e 2 goal noi 1 e per il resto abbiamo solo difeso o peedendo… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
8 mesi fa

Per il laido si prospetta una perdita economica davvero notevole. L’unica cosa che lo potrà leggermente scalfire. Per il resto si farà una risata sui resti del Toro che fu.

MondoToro
MondoToro
8 mesi fa

L’unica soddisfazione sarà vedere il laido perdere una dozzina di giocatori a gratis o quasi in un’estate in cui rifonderemo l’ennesima squadra in grado di barcamenarsi per il quinto posto in B. La storia è ciclica, dicono, è ora di ripartire dal via.

Torino-Inter 1-2: il tabellino

Sirigu: “Lasciamo perdere la sconfitta, non c’è tempo per pensare”