Torino, buona la prima nel calore del Moccagatta

di Giulia Abbate - 25 Luglio 2019

Ottimo esordio del Torino in Europa: i granata passano 3-0 contro il Debrecen ad Alessandria. In gol Belotti, Ansaldi e Zaza

Ci si aspettava un esordio col botto e così è stato: il Torino scende in campo al Moccagatta con il giusto piglio e fa suo l’esordio in Europa sconfiggendo il Debrecen per 3-0 grazie al rigore trasformato da Belotti e ai gol di Ansaldi e Simone Zaza. Una partita gestita alla perfezione dagli uomini di Mazzarri che portano a casa un a vittoria importantissima per il passaggio del turno ma che soprattutto confermano le sensazioni della vigilia: il gruppo c’è, è solido e gioca a memoria. Tanto basta per avere la meglio di una squadra che non ha di certo regalato la partita ai padroni di casa ma che non è riuscita a far prevalere una condizione atletica certamente migliore della formazione granata.

Torino-Debrecen, il primo tempo

L’atmosfera al Moccagatta di Alessandria, come ci si aspettava alla vigilia, è caldissima e non solo per le temperature che non accennano ad abbassarsi. I tifosi sono in fermento, hanno voglia di Toro e di Europa e gli spalti si fanno da subito bollenti con i supporter granata che non fanno mancare il loro sostegno a Belotti e compagni, e anche a Sinisa Mihajlovic, nonostante un enorme sciame di zanzare che rende la vita difficile a tutti, giocatori compresi. Al fischio di inizio la partita non regala particolari emozioni almeno fino al 20’ quando Belotti riesce a procurarsi un rigore e a trasformarlo perfettamente portando il Torino sull’1-0.

Il Debrecen fatica e nonostante una preparazione fisica sulla carta migliore di quella dei granata arriva solo in un paio di occasioni dalle parti di Sirigu che non si fa impensierire più di tanto e respinge al mittente il tentativo di sfondamento. La sfida è saldamente nelle mani del Torino che al 42’ trova anche il colpo per il raddoppio: scatta Ansaldi sulla sinistra, prende palla, tenta il cross al centro ma la conclusione è completamente fuori misura e, per la gioia di tutti in campo e sugli spalti, si insacca direttamente alle spalle di Nagy. Granata avanti per 2-0 e squadre negli spogliatoi.

Torino-Debrecen, il secondo tempo

La ripresa sembra la fotocopia del primo tempo: la palla resta saldamente nei piedi dei giocatori del Torino mentre il Debrecen cerca di ripartire in contropiede puntando su una maggior velocità dei propri attaccanti senza tuttavia impensierire davvero la difesa di Mazzarri. La partita si accende attorno al 65’ con un’occasione per parte: ci pensa prima Varga ad arrivare alla conclusione che però si spegne sul fondo senza impegnare Sirigu, poi è il Toro ad attaccare con Berenguer che tenta il tiro a giro scheggiando l’incrocio dei pali. Tre minuti più tardi è il palo a dire di no allo spagnolo: sfortunato il Toro che però ci crede e continua a spingere.

Nel corso della ripresa i ritmi si abbassano complice anche il caldo torrido della serata alessandrina ma i brividi non mancano: Ansaldi serve Belotti in area che prova a girare in porta ma manda fuori. Intanto Mazzarri, dopo Lukic per Falque, si gioca anche la carta Zaza che entra al posto di Berenguer. E all’ex Sassuolo basta un minuto per sfiorare la rete: al 37′ ennesimo cross di Ansaldi, che gioca una partita eccezionale, l’attaccante ci arriva di testa ma la palla finisce fuori di un soffio. Copione che si ripete due minuti più tardi quando Zaza che si inserisce alla perfezione, raccoglie il pallone servitogli da Lukic e conclude di poco a lato. Ma è solo il riscaldamento: è proprio Simone Zaza in pieno recupero a siglare la rete del definitivo 3-0. E al Moccagatta è festa grande.

più nuovi più vecchi
Notificami
ardi06
Utente
ardi06

Bella vittoria

Benvenuti
Utente
Benvenuti

La gente critichera sempre anche se si dovesse battere il real direbbero che mancava qualcuno che ci hanno fatto vincere. Certamente poca cosa loro però si doveva vincere e abbiamo vinto bene e ora il ritorno con lo stesso piglio e facciamo stare zitti sti spocchiosi ungheresi. DISTRUGGIAMOLI

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

Buon Toro. preparazione relativa ma controllo della gara. loro poca cosa, senz’altro, maqueste partite sono da vincere. con tutto da perdere. 3-0 con diverse altre occasioni a disposizione. ho dato un’occhiata alla diretta qui, ai commenti, sembra non abbiamo fattoo nulla. soliti insulti. solite pochezze. 10 occasioni minimo. ripeto, loro… Leggi il resto »

mas63simo
Utente
mas63simo

Dieci occasioni dove l hai viste ; io per occasioni intendo tiri che sono più semplice segnarli che sbagliarli …e ne conto due : 1 il gol mangiato da Bremer all inizio e 2 il palo di Berenguer.

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

E quindi?loro non hanno MAI tirato in porta…almeno sui 3 gol abbiamo tirato in porta o hanno fatto tutto gi altri…..zio..

mas63simo
Utente
mas63simo

E quindi …per onestà intellettuale.
Cerchiamo di non fare come il presidente che deve vendere la fuffa.

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

X onestà intellettuale…loro non l’hanno mai vista..la stanno ancora cercando..stop.

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

E cmq…Non mi esalta più di tanto,squadra ampiamente alla nostra portata,abbiamo fatto quello che dovevamo…la strada è lunga..

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

beh insomma… zazaditesta, berenguer di poco alto. all’inizio bremer che viene respinto sulla riga. onestamente poteva finire 5 6 a zero