Torino, la probabile formazione contro il Frosinone / Zaza e Falque potrebbero partire entrambi dalla panchina. Parigini in lizza per una maglia

Uno, nessuno, tutti e tre insieme. Mazzarri ragiona sui volti da dare al suo Torino, in vista della sfida contro il Frosinone. Perché quando puoi contare su Falque, Zaza e Belotti, ma le condizioni di due di questi non sono ancora al top, il dubbio è la conseguenza necessaria. Lo spirito del tridente aleggia sul Filadelfia da almeno cinque giorni. A Verona, i tre diamanti granata hanno mostrato che sì, insieme si può davvero. E hanno convinto anche WM che però, alla vigilia dell’anticipo dell’ottava di Serie A contro i ciociari di Moreno Longo, ha nicchiato. E così Zaza – che di maglie da titolare ne meriterebbe due, dopo la mezz’ora con gol di Verona: parola di Mazzarri – rischia di partire da fuori perché i novanta minuti non sono ancora nei suoi muscoli e Iago idem, viste le condizioni non perfette da post-infortunio e il rischio (nefasto) di una ricaduta.

Torino, la probabile formazione: Falque e Zaza a partita in corso

Questione di fisico, ma pure di pretattica. Perché il vero volto del Torino Mazzarri non ha nessuna intenzione di svelarlo. Secondo quanto filtra dal Fila, WM potrebbe effettivamente rinunciare sia Zaza che a Falque in avvio, come già accaduto al “Bentegodi”. Ma una decisione definitiva verrà presa esclusivamente nella giornata di domani. Per il momento, sembrerebbe Vittorio Parigini il favorito come mezzapunta a supporto del Gallo. Per l’11 e il 14 ci sarà spazio a partita in corso. Mazzarri, d’altronde, lo ha ribadito a più riprese in conferenza stampa: “Le partite si giocano in quattordici” (e lui spera anche in quindici, nel futuro).

La probabile formazione del Torino: Mazzarri con il 3-4-2-1

Tridente dei sogni accantonato, dunque. Almeno per ora. In campo si vedrà ancora il camaleontico 3-4-2-1, con Soriano a far da collante, assieme al 27 ex canterano granata, tra centrocampo e attacco. Con l’assenza di De Silvestri, pochi dubbi sulle corsie che saranno presidiate da Aina e Berenguer. In mezzo spazio ancora a Meité – in vantaggio nel ballottaggio con Baselli – e Rincon. Non si cambia, così come in difesa, dove – davanti a Sirigu – agirà ancora il trio Izzo-Nkoulou-Moretti. Questo sì, il volto immutabile del Torino.

Probabile formazione Torino (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; Berenguer, Meité, Rincon, Aina; Soriano, Parigini; Belotti. A disp. Ichazo, Rosati, Bremer, Baselli, Lukic, Damascan, Edera. All. Mazzarri
Indisponibili: Ansaldi, De Silvestri, Lyanco
Squalificato: nessuno

 


105 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Alessandro (Ale67)
Alessandro (Ale67)
3 anni fa

Reda, Zaza e Falque non li avete messi né in formazione né in panca……..

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
3 anni fa

Un allenatore limitato che mette in campo una formazione triste per un gioco triste.

Mikechannon
Mikechannon
3 anni fa

il motivo per cui ritarda l’impiego fisso di Zaza è per aiutare Belotti . un capitale per la società e sta facendo abbastanza pena, rifornimenti o no..tutti e tre resta una scelta difficile

GranataDentro (l'insulto fa male solo se proveniente da pers. intelligente o a Te cara)
GranataDentro (l'insulto fa male solo se proveniente da pers. intelligente o a Te cara)
3 anni fa
Reply to  Mikechannon

per me è più una questione di equilibri. Che mazzarri vuole tenere, piaccia o non piaccia. del resto abbiamo preso 5 goal contro Napoli e Inter e ci possono stare visti i valori in campo. Poi però nelle restanti partite solo 2 gol, di cui un eurogol di Dzeko. Non… Leggi il resto »

Frosinone, dubbi in attacco per Longo. Krajnc per sostituire Capuano

Le ultime dal “Grande Torino”: torna Baselli, Zaza-Belotti in attacco