Al rientro dalla sosta per le nazionali, il Torino affronta il Monza in quello che può essere uno scontro diretto per la Conference League

Messa alle spalle la sosta per le nazionali, che ha regalato diversi sorrisi all’interno degli ambienti granata (chiedere a Bellanova), il Torino è tornato a lavorare in vista della delicata sfida di sabato contro il Monza. Quella in programma all’Olimpico Grande Torino può davvero essere considerata una gara da dentro o fuori, per le premesse e non solo. La squadra di Palladino si trova infatti in questo momento a +1 sui ragazzi di Juric, che in caso di passo falso dovrebbero quasi definitivamente dire addio alle speranze europee. Vincere sarebbe invece fondamentale, anche per sfruttare il turno favorevole in cui le avversarie sono impegnate in ulteriori scontri diretti.

Una squadra senza pressioni

A questo punto della stagione, il Monza di Palladino è forse la squadra più tranquilla del campionato insieme al Genoa. I brianzoli hanno infatti già raggiunto l’obiettivo stagionale, la salvezza, e possono giocarsi le ultime partite della stagione senza alcuna pressione. L’Europa è tutt’altro che un obiettivo dichiarato e che Pessina e compagni sono obbligati a raggiungere, ma passo dopo passo può davvero risultare fattibile.

Tanti giovani emergenti da tenere d’occhio

La squadra di Juric deve tenere sotto controllo tutte le armi a disposizione di Raffaele Palladino, e tra queste soprattutto quella rappresentata dai giovani. L’emergente tecnico ha a disposizione diversi talenti in grado di fare la differenza in ogni momento della gara, e tra questi il “portabandiera” è Valentin Carboni. L’esterno argentino, in prestito dall’Inter, si è messo molto in mostra in questa stagione, guadagnandosi anche una convocazione con la nazionale campione del mondo in questa ultima sosta di marzo. Emergono poi anche Mota – convocato dal Portogallo -, Maldini, Colpani e anche Pessina (per citarne solo alcuni), che nonostante la giovane età è il vero e proprio leader dello spogliatoio.

Dany Mota
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 25-03-2024


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
18 giorni fa

Monza tra gioventu’ e spensieratezza? Alla faccia! Galliani ne fa 80 a Luglio…

James 75
James 75
19 giorni fa

Valentin Carboni gran giocatore peccato anche noi lo volevamo ma chissà perché è andato a Monza

Scimmionelli
18 giorni fa
Reply to  James 75

Magari perche’ il predetto Galliani avevav un gancio con il procuratore al quale aveva fatto un po’ di favori e di marchette ai tempi del Milan con i soldi di Berlusca? Magari eh…

Sangueblu
19 giorni fa

In due anni hanno battuto più volte le me.rde che la UC in 19 anni….

mavafancairo
19 giorni fa
Reply to  Sangueblu

sì, ma come dice il gran cuntabale ciaparat fafioché scimmionello mandrogno servo dei gobbi, non è che prima di me sia andata meglio ahahahahahahahahahahahahahahahahahah

derbyUCantepost_stats
Sangueblu
19 giorni fa
Reply to  mavafancairo

NO NO sicuramente hahahaha

Scimmionelli
18 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Infatti! Prima degli zerotreini andava meglio di sicuro ma bisogna tornare indietro almeno fino a meta’ anni settanta…

pianelli-3959817382
Scimmionelli
18 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

Trovare le differenze….

185444729-c723ee4f-39e9-4c2c-a276-0a90afb3bcba-1599613620
Scimmionelli
18 giorni fa
Reply to  Sangueblu

Magari perche’ Galliani e’ un pochino intrallazzato con arbitri e affini? Mentre da noi cii sono gli zerotreini che se gli arbitri ci inchiappettano ancora sono contenti….

Sangueblu
18 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

Sei patetico e ridicolo, tutto una scusa,tutto un complotto per difendere l’indifendibile. Ti sei dovuto inventare un termine per sviare l’attenzione dalla realtà e dal vero problema per attribuire ad altri colpe inesistenti. Piciu che non sei altro!

Le pagelle di Udinese-Torino: Zapata perfetto, Vojvoda ispirato

Palladino: “Sarà uno scontro diretto. Juric è bravo nel far giocare male gli avversari”