Mazzarri (ri)lancia Falque: Zaza verso la panchina

di Francesco Vittonetto - 30 Marzo 2019

La probabile formazione del Torino / Contro la Fiorentina con il 3-5-2: Falque con Belotti, Lukic favorito su Meité. Out Nkoulou e Ola Aina per squalifica

Tre partite in sette giorni, poi il campionato del Torino cambierà. Nel verso auspicato – corsa Europa ancora aperta – o meno. Il primo aut aut, Walter Mazzarri lo riconosce nella trasferta di Firenze. L’obiettivo è solo uno: “Fare quello che facevamo prima del Bologna”. Tornare, insomma, la squadra dei sette risultati utili consecutivi, della difesa blindata e delle ambizioni crescenti. Facile? Non proprio; l’avversario, il primo ostacolo: “La Fiorentina l’abbiamo già incontrata due volte, abbiamo visto che sono un’ottima squadra, sono giovani e corrono”. In secundis ci sono le assenze. WM si troverà al “Franchi” senza la colonna Nkoulou e la sfrontatezza di Ola Aina, causa squalifiche. Il duello infinito tra Moretti e Djidji si risolverà dunque con la patta della compresenza: l’ivoriano al centro, verosimilmente, e il Moro più a sinistra. Dalla parte opposta Izzo, fresco di esordio in Nazionale.

Torino, contro la Fiorentina senza Nkoulou e Aina

Scelte obbligate. Come quelle a cui Mazzarri sarà costretto sulle corsie. Con Ola appiedato dal giudice sportivo per tre giornate e le alternative Parigini-Berenguer giudicate decisamente troppo offensive per una sfida tanto cruciale, sulle fasce ci saranno De Silvestri a destra e Ansaldi a sinistra.

In mezzo, un solo cambio rispetto all’ultima prima della sosta. Sarà Meité a partire fuori: al suo posto rientrerà Lukic dopo due gare in panchina causa imperfette condizioni fisiche. Il serbo, reduce dalle trasferte in Germania e Portogallo con la sua Nazionale, sarà affiancato da Rincon e Baselli.

Fiorentina-Torino, la probabile formazione dei granata

Davanti, invece, il solito tre per due: Falque, Belotti e Zaza per le maglie d’attacco del 3-5-2. Con il Gallo certissimo di un posto – “per noi è fondamentale”, ha dichiarato Mazzarri alla vigilia -, il duello è quello consueto, tra il 14 e l’11. In vantaggio c’è lo spagnolo, questa volta, grandemente elogiato dal tecnico: “E’ un ragazzo eccezionale, importante anche nello spogliatoio”.

Ancora una volta, però, il mantra del “si gioca in undici più tre” è il diktat di WM alla sua panchina. Soprattutto in questa fase del campionato. Con tre partite in una settimana ruoteranno tutti. Sarà il gruppo al completo ad indirizzare, in un modo o nell’altro, la stagione del Torino.

Probabile formazione Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Djidji, Moretti; De Silvestri, Lukic, Rincon, Baselli, Ansaldi; Falque, Belotti. A disp. Ichazo, Rosati, Bremer, Singo, Berenguer, Meité, Parigini, Zaza. All. Mazzarri
Indisponibili: Damascan, Millico
Squalificati: Aina, Nkoulou

più nuovi più vecchi
Notificami
jerry
Utente
jerry

Quando si parla E si scrive che bisogna vincere va sempre a finire male 😱😱😱

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Utente
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)

Iago, storia di un altro giocatore devastato da TDG.
Dopo Ljajic e il gallo ecco come e quaanto incide un asino snaturando il gioco dei migliori.

TorinoGranata (ex Granata dentro)
Utente
TorinoGranata (ex Granata dentro)

Mazzarri non dà mai la formazione eppure tutti la sanno sempre minimo 2 giorni prima. Certe segretezze proporio non lecapisco. anzi certe finte segretezze. comunque a leggere la formazione anche secondo me è la mgliore possibile viste le assenze. Almeno all’inizio bisogna stare abbottonati, considerando che ci manca il perno… Leggi il resto »

X