Ansaldi in dubbio contro il Parma, è una corsa contro il tempo

Ansaldi a rischio per il Parma, è una corsa contro il tempo

di Giulia Abbate - 16 Giugno 2020

Continua il lavoro personalizzato per Ansaldi che rischia di saltare la prima contro il Parma: per il Toro sarebbe una perdita pesantissima

I tempi cominciano a stringersi sempre di più e l’esordio in questa seconda parte di campionato si avvicina a ritmi frenetici per il Toro e, soprattutto, per Ansaldi. Troppo frenetici se si considerano le condizioni del terzino che ancora nella giornata di ieri ha svolto il proprio lavoro differenziato. A complicare il rientro in campo dell’argentino, infatti, è un problema al polpaccio che non pare essere ancora risolto e che potrebbe impedirgli di farsi trovare pronto per la sfida di sabato sera contro il Parma. Una situazione delicatissima che Longo e il Torino dovranno cercare di gestire nei minimi dettagli per evitare danni ancora maggiori soprattutto vista l’emergenza infortuni e l’importanza del giocatore.

Tutelare Ansaldi, per il Torino è l’arma in più

Inutile dire che, tecnicamente e tatticamente, la perdita di Ansaldi sarebbe un vera e propria tragedia per il Torino. Il sudamericano è da sempre uno dei migliori della rosa granata tanto che Longo, tra gli altri, è proprio su di lui che punta per risollevare la squadra e portarla alla salvezza. Il suo apporto sarebbe infatti fondamentale e non solo nel suo ruolo classico di terzino.

L’emergenza a centrocampo, complicata anche dal lungo stop in cui è incappato Daniele Baselli, ha infatti spinto il tecnico a provare proprio Ansaldi nella veste di centrocampista. Una situazione che fa emergere ancora di più la necessità di tutelare il giocatore il più possibile. Il giocatore scalpita e più volte si è detto pronto ad aiutare il Torino ma è la stessa società che, vista la delicatezza della situazione (e i passati infortuni del giocatore) potrebbe optare per la strada della prudenza.

Toro, quando in campo con l’argentino?

Se è vero che nel match contro il Parma il Toro dovrà cercare a tutti i costi il massimo risultato per scalare posizioni importanti di classifica, è altrettanto vero che i granata, come detto, non si possono permettere di perdere ulteriori giocatori dopo il forfait di Baselli e Verdi. Tanto meno se il giocatore in questione è Ansaldi. Le probabilità di vederlo in campo già contro il Parma, dunque, sembrano essere esigue ma fino a quando si dovrà rimandare il suo ritorno? Il calendario fittissimo di partite nel quale anche il Toro dovrà districarsi, giocando ogni tre giorni, non permette in realtà di fare grosse previsioni.

Se Ansaldi non dovesse essere a disposizione di Longo per il Parma, resta obiettivamente difficile, anche se non impossibile, pensare che la situazione possa cambiare radicalmente in vista del match successivo in programma martedì sera. Discorso diverso, invece, per quello che riguarda la partita contro il Cagliari: in una settimana il problema al polpaccio potrebbe riassorbirsi definitivamente e a quel punto il suo rientro in campo sarebbe meno rischioso. Stringere i denti per una partita o due facendo affidamento sui pochi sostituti a disposizione di Longo è una strada ardua ma percorribile: forzare il rientro in campo del terzino per poi perderlo fino a fine stagione, al contrario, non è un’opzione da prendere in considerazione.

Cristian Ansaldi
Cristian Ansaldi

4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
giogranata
giogranata
3 mesi fa

Assenza importantissima, per una rosa ristrettissima. Certo i numeri per iniziare ci sono. Per giocare ogni 3 giorni con un obiettivo importante come la salvezza, no. Qui, il Presidente Cairo avrà da recitare i suoi bei “mea culpa”. Ansaldi è fondamentale per il Torino perchè è l’unico calciatore in rosa… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
3 mesi fa

Ridicoli

Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
3 mesi fa

Certo che rinunciare anche a lui, dopo aver rinunciato a Jago, decisivo in tante partite l’anno scorso, senza sostituirlo, e aver perso Moretti idem come sopra, sarebbe tragico

Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
3 mesi fa

Mi spiego, è chiaro che questa rinuncia è forzata, ma il dato di fondo è che è l’ennesimo punto di forza, anche decisiva che ci viene a mancare, ma mentre a questa non si può por rimedio, alle altre due si poteva e si DOVEVA