Avelar: “Incontrerò il Torino, voglio sapere che intenzioni ha con me”

di Giulia Abbate - 24 Giugno 2017

Il terzino granata Danilo Avelar commenta così il suo futuro: “Tornare in Brasile sarebbe interessante ma non mollo tutto dal giorno alla notte”

Il terzino granata Danilo Avelar sta ancora aspettando di conoscere il suo futuro, di capire se potrà continuare a vestire la maglia granata oppure se deve cominciare a guardarsi intorno, magari verso quel Palmeiras che si è detto interessato al giocatore granata. E proprio sul suo futuro e sul rapporto con il Torino, il brasiliano Danilo Avelar ha parlato in una trasmissione radiofonica locale, Jovem Pan: “Ho ancora due anni di contratto con il Torino, ma con il mio agente stiamo cercando soluzioni alternative. Ho chiesto 15 giorni di ferie per rilassarmi, e settimana prossima ci sarà il primo incontro con il Torino per decidere il da farsi. Voglio sapere che intenzioni il Torino ha con me. Le mie condizioni? Sono stato a disposizione del mister per le ultime sei partite di campionato, ne ho giocate tre. Garantisco che non ho mai tirato indietro la gamba né ho avuto particolari precauzioni per il mio ginocchio. Ho sentito solo un po’ di stanchezza, mi mancava il ritmo di gioco”.

E su un possibile ritorno in Brasile chiarisce: “La notizia dell’interesse del Palmeiras mi ha preso un po’ di sorpresa. L’ho saputo dalla stampa, ma ne sono comunque contento. Molti tifosi del Palmeiras mi stanno mandando tanti messaggi dicendo che vorrebbero giocassi nella loro squadra. Tornare sarebbe interessante, ma non me la sento di mollare tutto dal giorno alla notte e di tornare in Brasile. Dipende dal progetto e dalla situazione, non scarto l’idea a prescindere. Sono in Europa da 7 anni, non ho mai giocato un Brasileirão, una Copa Libertadores”.
Prima di concludere, Avelar vuole ricordare anche il Filadelfia, l’inaugurazione del nuovo impianto e i protagonisti di quello storico, il Grande Torino: “Su 10 parole che dicono i tifosi, 8 sono sul Grande Torino, su Superga. Sentono molto questa tragedia, sia perché era, in quegli anni, la squadra più forte del mondo, sia per l’idea di Superga che, come dire, protegge il mito del Grande Torino. C’è un nuovo stadio, il Filadelfia, che è stato ristrutturato e che sarà il nostro nuovo centro sportivo. C’è stata l’inaugurazione il mese passato, la Primavera ci disputerà le partite casalinghe. Superga mi emoziona sempre: il 4 maggio tutta la squadra sale sulla collina, anzi, tutta la città sale a Superga. Tutti in silenzio, anche la squadra: suonano la tromba e poi il capitano della squadra legge i nomi dei caduti. Il Torino, dopo quell’incidente, non è mai stato lo stesso”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

E pensare che alla fine di dicembre era certo il suo rientro; alcuni utenti (sempre gli stessi per la verità) gli davano il bentornato mentre era una evidente mossa della società per non mettere mano al portafogli durante il mercato di riparazione. I fatti, come sempre, hanno poi evidenziato in… Leggi il resto »

Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Utente
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68

Anche qui, come con Paletta, emergono le considerazioni che hanno i calciatori, nostri tesserati o meno, verso il Toro.
Complimenti a Cairo.
Farsi prendere per il naso così da uno che in carriera il suo massimo lo ha raggiunto, prima del Toro, a Cagliari è tutto dire.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Ecco, sono d’accordo con la tua valutazione.

ExIgneFaxArdetNova
Utente
ExIgneFaxArdetNova

Il Brasile e’ anche un posto bellissimo, sopratutto per gli ex calciatori…