Da compagni in Nazionale ad avversari: Belotti sfida Donnarumma - Toro.it

Da compagni in Nazionale ad avversari: Belotti sfida Donnarumma

di Giulia Abbate - 15 Febbraio 2020

Il duello di Milan-Torino / Belotti è alla caccia del gol che può sbloccarlo, Donnarumma deve riscattare la prestazione del derby

Riscatto: questo sarà il tema di Milan-Torino che andrà in scena lunedì sera alle 20:45 sul campo di San Siro. Riscatto per le due formazioni ma anche per alcuni dei singoli protagonisti. Ma andiamo con ordine. Se da un lato il Diavolo dovrà archiviare immediatamente la brutta prestazione del derby per riprendere il cammino verso la zona Europa, dall’altra parte il Torino non può non avere l’obbligo di scendere in campo per strappare i tre punti. Il cambio di allenatore, con Longo inseditosi sulla panchina granata da appena una settimana, contro la Sampdoria non è stato sufficiente a scuotere la squadra che, tuttavia, contro i rossneri è chiamata ad un cambio di ritmo e di atteggiamento. Per quanto riguarda i signoli, invece, i riflettori saranno puntati soprattutto su Andrea Belotti, a secco da oltre un mese, e Gigio Donnarumma, reduce dall’incubo derby.

Milan-Torino, il duello: Andrea Belotti

Contro il Milan sarà lo stesso Andrea Belotti ad andare alla caccia di una prestazione che possa permettergli di ritrovare finalemente la serenità sotto porta. A secco da oltre un mese, il Gallo non segna su azione dalla sfida contro la Roma dello scorso 5 gennaio: un periodo di astinenza che comincia a diventare un serio problema non solo per l’attaccante, soprattutto in ottica Nazionale, ma anche per il Toro. Ecco dunque che lunedì sera, contro il Milan, il numero 9 granata avrà non solo il compito di trascinare i suoi ma anche quello di ritrovare finalmente la zampata vincente. Quella che potrebbe riportarlo immediatamente in cima alle gerarchie di Mancini in vista di Euro 2020.

Milan-Torino, il duello: Gianluigi Donnarumma

Restando in orbita Nazionale, chi dovrà farsi perdonare la prestazione del derby è anche Gigio Donnarumma. Le macchie lasciate sulla prestazione contro l’Inter non possono non pesare sulla valutazione del portiere rossonero che in Azzurro, incalzato anche da Sirigu, dovrà difendere la propria titolarità con le unghie. Una missione che dovrà passare obbligatoriamente anche dalla prestazione contro il Toro: passi falsi non saranno ammessi, questa volta. Ricadere negli stessi errori potrebbe regalare una bella serata ai granata ma senza dubbio, per il portierone rossonero, sarebbe un peccato capitale difficile da farsi perdonare.