"Mazzarri voleva dimettersi dopo Genoa-Torino" - Toro.it

“Mazzarri voleva dimettersi dopo Genoa-Torino”

di Redazione - 15 Febbraio 2020

Finco, assistente di Walter Mazzarri, ha parlato dell’addio del tecnico al Toro: “Cairo credeva nel suo lavoro”

“Mazzarri voleva dare le dimissioni il 30 di novembre, dopo la vittoria per 1-0 contro il Genoa. Tornavamo dalla trasferta quando dei tifosi, bendati, han tirato due bombe carta al pullman, circondandolo poi. La società l’ha convinto a rimanere, perché Cairo credeva nel suo lavoro. La contestazione non si è placata, poi la squadra ha avuto difficoltà a gennaio tra Atalanta, i supplementari con il Genoa e poi con il Milan, in Coppa Italia, giocando con gli stessi calciatori senza possibilità di recuperare”. Queste le parole di Antonio Finco, assistente di Mazzarri, rilasciate a TuttomercatoWeb. Il riferimento è a quanto accaduto nei pressi dello Stadio Grande Torino, col pullman fermato dai tifosi. Un Toro che ha fatto meno del previsto: “Abbiamo delle attenuanti tra preparazione, Verdi arrivato all’ultimo e che doveva essere messo in condizione, il problema con NKoulou che voleva andare via… Ci sono state delle difficoltà, ma c’è stata questa continua contestazione nei confronti del club che ha preso dentro anche Mazzarri. Lui è convinto che la squadra, liberata dal peso della contestazione e recuperati tre o quattro interpreti, possa fare un grande girone di ritorno. Dopo Lecce in queste condizioni paradossali ha deciso, confrontandosi con il club, di rescindere“.

Mazzarri e la contestazione

Contestazione che quindi è al centro delle parole di Finco e che sarebbe stata una condizione che la squadra non avrebbe digerito mai. “C’è stata una contestazione durata mesi, entrata nella testa dei giocatori. La squadra faceva molta fatica perché al primo pallone sbagliato veniva fischiata. Una contestazione iniziata improvvisamente, dopo l’ottava giornata di campionato, con la sconfitta di Udine per 1-0. Poco prima c’erano stati i preliminari di Europa League, nell’anno passato c’era stato il record di punti dell’era Cairo, arrivavamo da un pareggio con il Napoli e una vittoria precedente sempre in casa con il Milan. Di sicuro Mazzarri come sempre ha fatto il massimo per sostenere i suoi giocatori che nelle difficoltà ambientali si sono aggrappati al suo carisma. Non a caso ha portato 7 volte in carriera le sue squadre in Europa. Ma la memoria spesso è corta”.

I rimpianti di Mazzarri

Sui rimpianti: “Sono convinto che il gol di Calhanoglu, a tre minuti dalla fine della sfida di Coppa Italia, sia il simbolo della nostra stagione. A Lecce ci saremmo presentati in maniera diversa, non stanchi fisicamente e moralmente. Invece c’erano gli stessi dei supplementari più due squalificati, mancavano in sette otto. Poi in semifinale avremmo giocato un derby contro la Juve”, ha detto Finco.

E sul rinnovo: “Cairo ha più volte proposto il rinnovo, alla festa di Natale si era sbilanciato ammettendo questa circostanza e che in quel momento non accettava ancora. Siamo partiti bene nel periodo dopo Natale, perché contro la Roma abbiamo fatto una grande partita. Poi è successo quel che è successo”.

Sulla rosa, invece: “Baselli fuori a lungo, Ansaldi – che è uno degli uomini simbolo con Belotti e Sirigu – anche, Zaza spesso fermo. La rosa era abbastanza limitata. E poi era una situazione strana”, ha detto.

0 0 vote
Article Rating

79 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
4 mesi fa

Un conto è affermare che nessuno degli attori ne esce bene (ed io non condivido, perche molti Tifosi sono stati giustamente intransigenti con questa gestione da molti anni. Schiena dritta), tutt’altra questione quella della responsabilità che è chiaramente ascrivibile all’azionista di maggioranza di questa mattanza, urbanetto. Non si accettano tentativi… Leggi il resto »

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
4 mesi fa

Completamente d’accordo Gian, la maledizione unica ha un nome e cognome : urbano cairo. Quanto lo sostiene ancora è un canto del cigno ( senza voler sporcare l’opera con il confronto irrituale ): alcuni dipendenti a libro paga, e qualche rimasuglio di brace nella tifoseria. Per quanto sì agitino, si… Leggi il resto »

paolo 67 (tabela)
paolo 67 (tabela)
4 mesi fa

Nn c’è un solo responsabile per quest ‘ennesima pagina triste, ma fino ad ora nessuno ha assunto proprie responsabilità, solo giustificazioni, scarica barile, paracxxate, se si pensa che le responsabilità siano solo “degl’ altri” sarà difficile anche ripartire.

vetusurbs
vetusurbs
4 mesi fa

Bugie clamorose e mezze verità.. Mazzarri ha fatto scelte sbagliate nei momenti chiave.. Soluzioni tattiche partite in corso quasi sempre inutili o scontate. Ergo gioco dell squadra monotono e ostinatamente basato su giocatori fuori forma.. La contestazione tecnica dei tifosi è stata questa poi cavalcata da una banda di semi… Leggi il resto »