Falque out, Mazzarri può (ri)lanciare Zaza con Belotti

di Veronica Guariso - 28 Luglio 2019

Con Iago Falque infortunato, la coppia Belotti-Zaza si candida per guidare l’attacco del Toro nella sfida di ritorno col Debrecen

Con Falque out – trauma contusivo alla caviglia – può scattare l’ora di Zaza-Belotti dal primo minuto contro il Debrecen. Entrambi infatti nella gara di andata si sono fatti valere in positivo. Se Belotti resta la pedina fondamentale dell’attacco del Toro, Zaza doveva invece convincere dopo la scorsa stagione, terminata in crescendo ma comunque sotto le aspettative. L’ex Valencia ha superato a pieni voti la prova ed ora avrà l’occasione di tornare titolare assieme all’amico e compagno Belotti. Sarà importante replicare le prestazioni viste al Moccagatta per poter passare il turno al meglio ed evitare ricadute che potrebbero aprire spiragli al Debrecen.

Toro, è uno Zaza ritrovato quello con il Debrecen

L’attacco del Torino ha ritrovato l’attaccante mancante che lo scorso anno ha lasciato un po’ di amaro in bocca: si tratta di Simone Zaza, che contro il Debrecen ha dato sfogo alla propria voglia di vittoria con il Toro. Nonostante i pochi minuti collezionati, è riuscito comunque a lasciare il segno, siglando anche il 3-0 al 92′ e mettendo definitivamente al sicuro il risultato.

Unica macchia il cartellino giallo evitabile. Nella gara di ritorno potrebbe avere l’occasione di partire titolare. Con Falque che rischia di essere out è la sua prima vera occasione dell’anno e sprecarla sarebbe un vero peccato, soprattutto dopo gli elogi di Mazzarri

Il Gallo pronto a trascinare il suo Toro

Al suo fianco un Belotti che ha finalmente esordito in una delle competizioni più ambite a livello europeo: l’Europa League. Con la fascia al braccio ed alla guida del suo Toro, il Gallo ha subito mostrato la sua indole di trascinatore.

Dopo il Torino e la Nazionale, per Belotti è ora di conquistare anche la coppa europea e farà di tutto per portare il club granata il più in alto possibile. Con Zaza ha brillato e l’abbraccio dopo il gol del compagno ha esternato l’unione che c’è in squadra. La coppia, già vista in Azzurro e lo scorso anno, quest’anno sembra più motivata che mai. Il ritorno è ancora tutto da scrivere, ma i presupposti fanno ben sperare.

più nuovi più vecchi
Notificami
Cup
Utente
Cup

In effetti, anche se la posta è alta, quando mai gli ricapita a Mazzarri di giocare una gara dal risultato quasi acquisito (3-0 all’andata) contro un avversario abbordabile? Pertanto mi auguro davvero che faccia giocare Belotti-Zaza-Berenguer, in caso contrario prepariamoci all’ennesima stagione con gioco poco coraggioso…

rotor
Utente
rotor

Se gioca Zaza tutta la partita finiamo in 10,io farei giocare un tempo a Millico che oltretutto e’ l’unico che sa tirare le punizioni.

Hal
Utente
Hal

Per quanto mi riguarda metterei dentro lyanco lukic e soprattutto millico per vedere se ha senso tenerlo o mandarlo in prestito. Su zaza ho poco da dire: la testa non l’ha mai avuta e si crede un fenomeno ma comunque un backup del gallo è fondamentale