Alejandro Berenguer: le curisiotà sull'esterno spagnolo del Torino

Berenguer: “Voglio diventare un imprenditore”. Intanto ascolta Reggaeton e guarda Vikings: le curiosità

di Andrea Piva - 10 Aprile 2020

Alejandro Berenguer si è raccontato al sito del Torino: “Indimenticabile la partita vinta 2-0 contro il Milan. Il mio calciatore preferito? Neymar”

Così come altri suoi compagni di squadra, anche Alejandro Berenguer si è raccontato al sito del Torino rispondendo a una serie di domande sui suoi hobby, la vita fuori dal campo (oltre che su quella calcistica). Un modo per farsi conoscere meglio anche dai propri tifosi. E così si scopre che, l’esterno porta la sua Spagna nel cuore, la capitale Madrid è la sua città preferita, ma nel frattempo si è innamorato della cucina italiana, in particolare della pasta alla carbonara, che è diventato il suo piatto preferito.

Alejandro Berenguer: le curiosità sull’esterno spagnolo

Oltre al calcio, a Berenguer (che è attivo sui vari social, Facebook, Instagram e Twitter) piace seguire anche la Formula 1 e il tennis, in particolare il connazionale Rafa Nadal, che ha indicato come il suo campione dello sport preferito. Se si resta in tema calcistico, invece, il giocatore che più gli piace è il brasiliano Neymar. E a proposito di pallone, fra tutte quelle finora giocate, quella che porta nel cuore l’esterno è “Torino-Milan 2-0 del 28 aprile 2019”, una vittoria che permise alla squadra granata di continuare a coltivare il sogno europeo. Aprì le marcature Andrea Belotti su rigore, poi arrivò lo splendido lob dello stesso Berenguer a chiudere i giochi.

Quando non ha un pallone tra i piedi, Berenguer ama ascoltare la musica Reggaeton, ma passa anche il tempo guardando film e serie TV. I preferiti? The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese e Vikings. Non è un caso che la sua serie preferita sia proprio quella con protagonisti un gruppo di vichinghi, la storia (a differenza della filosofia) al calciatore spagnolo è sempre piaciuta, anche quando la studiava sui banchi di scuola: in particolare ricorda le gesta di Alessandro Magno.

Ora è impegnato a sudare con la maglia del Torino addosso, quando in futuro avrà appeso gli scarpini al chiodo probabilmente lascerà il mondo del calcio: Berenguer non vede per se stesso un futuro da allenatore o dirigente, ma uno da imprenditore. Qual è la gioia più grande della sua vita? La fidanzata Sofia.

Alejandro Berenguer e Pavel Rybak
Alejandro Berenguer e Pavel Rybak durante Torino-Shakhtyor Soligorsk