Berenguer studia da esterno, Mazzarri lo valuta: in ballo c’è il futuro al Toro

di Giulia Abbate - 24 Aprile 2018

Quattro partite al termine, Mazzarri valuta Berenguer come esterno: la permanenza del giocatore in granata non è impossibile

Contro il Milan l’infortunio di Obi gli ha chiuso le porte impedendogli di tornare in campo dopo tanta panchina, contro l’Atalanta Berenguer, al contrario, è riuscito a rivestire nuovamente la maglia granata pur senza dare un grande apporto agli uomini di Mazzarri. Subentrato ad Acquah ad appena un quarto d’ora dal termine di una partita brutta da parte del Torino, Berenguer non ha infatti avuto la possibilità né il tempo, soprattutto, per impattare in maniera netta e determinante sull’andamento della sfida ma il ritorno in campo è più che un segnale. Il futuro del giocatore è ovviamente lontano dall’essere definito e ogni possibilità concessa da Mazzarri diventa fondamentale per giocarsi una permanenza in granata non certo impossibile da conquistare.

Berenguer, Mazzarri lo valuta: l’esterno di centrocampo potrebbe diventare il suo ruolo

Con l’Europa ormai definitivamente sfumata e nessun altro obiettivo da raggiungere, se non la chiusura di un campionato in modo più dignitoso possibile, Mazzarri avrà davanti a se ancora 4 partite per poter cominciare a fare qualche esperimento in vista del prossimo anno. E l’attenzione del tecnico ricadrà anche su Alex Berenguer che, come altri, si giocherà in questo ultimo mese di campionato una possibile permanenza in granata. Permanenza che potrebbe essere subordinata ad un ritorno ad un ruolo, quello di esterno, non certo estraneo al giocatore. Il giovane granata aveva già agito come esterno proprio nell’esperienza all’Osasuna e potrebbe tornare a farlo anche al Torino. Un cambiamento che permetterebbe a Mazzarri di avere un “jolly” in più da schierare sia a destra che a sinistra.

Berenguer esterno di centrocampo: le conoscenze ci sono ora servono risposte

L’esperimento di Mazzarri con Berenguer esterno è però tutto tranne che una scelta azzardata. Il giovane granata, come detto infatti, conosce bene il ruolo che ha già ricoperto ai tempi dell’esperienza spagnola con risultati positivi e adattarsi nuovamente a quella posizione non sarà un problema. Al Filadelfia, come avevamo già avuto modo di raccontare, le prove tattiche sotto gli occhi di Mazzarri sembrano aver convinto il tecnico a dargli una possibilità e soprattutto a valutarlo in ottica calciomercato estivo, in previsione dei cambiamenti che verranno fatti per la prossima stagione. Le conoscenze tecniche ci sono, dunque: ora sarà Berenguer, in queste ultime 4 partite, a dover dare i giusti segnali e le risposte adeguate a Mazzarri e al Toro. Da quelle potrebbe passare la sua riconferma.

più nuovi più vecchi
Notificami
Vanni(CAIROVATTENE)
Utente
Vanni(CAIROVATTENE)

Ma questo non ha fisico per giocare in serie A. O sei Messi o lascia stare. Ma dove volete che giochi? In teoria e’ un buon corridore e da dx potrebbe crossare, altro non ha nulla, ma lo fai giocare al posto di Edera o Iago? Come laterale di meta’… Leggi il resto »

fringomax
Utente
fringomax

Boh a me non sembrava una stupidaggine sin dall’inizio farlo giocare li, visto il fisico e che ha fatto il terzino per un intero campionato in Spagna. Ma prima di WM non avevamo bisogno di quel tipo di esterni.

10genà
Utente
10genà

porte chiuse per provare Berlinguer esterno e voi sputt_anate tutto il lavoro di Walter con questo articolo!