Torino, Cairo: “Belotti ci è mancato troppo. Ma il suo futuro è qui”

132
Cairo
CAMPO, 18.4.18, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-MILAN, nella foto: Urbano Cairo

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, torna sulla partita Atalanta-Torino e soprattutto sulla stagione del Toro: “Belotti ci è mancato. Pensavo di avere una squadra forte. Per me tanti rimpianti da questo campionato”

Urbano Cairo mostra tutto il suo rammarico. Il presidente del Torino ha parlato infatti a La Politica nel Pallone, su Gr Parlamento. E tra i tanti argomenti sviscerati, il presidente granata si è soffermato anche, ovviamente, sul momento del Toro e su quella che è stata la sua stagione. “La stagione dei rimpianti” ha dichiarato Urbano Cairo. “Per me questo è infatti il campionato dei rimpianti, perché ho creduto di avere una squadra forte, ma Belotti ci è mancato tanto. Senza di lui, i tre mesi sono stati pensatissimi: non è stato ceduto perché abbiamo sempre creduto molto in lui. Europa League? Ci siamo stati vicini, ma non è andata come speravamo. La matematica non ci condanna ancora, ma i punti ora sono davvero troppi sul settimo posto“.

Torino, Cairo su Mazzarri: “Questa non è la sua squadra”

Urbano Cairo ha anche parolato di Walter Mazzarri, sottolineando come sia “arrivato a fine girone d’andata, è un bravissimo allenatore e speravo che con lui saremmo riusciti a rimettere in piedi la stagione. Questa non è la sua squadra, e quando ti trovi ad allenare con dei giocatori che non hai scelto, è sempre più difficile“. Ora, per Cairo, l’obiettivo è uno: “Cercheremo di fare un buon finale di campionato per ripartire l’anno prossimo con una squadra fatta e voluta dal mister. Faremo un gran campionato e punteremo in alto“.

Calciomercato Torino, Cairo su Belotti: “Il suo futuro è con noi”

Cairo ha continuato a parlare ancora su Belotti e sul suo futuro di calciomercato. “È qui con noi, il suo futuro” ha continuato il presidente del Torino, “non sono pentito di non averlo venduto. Dobbiamo tenerlo e ripartire con lui alla grande“. Infine, qualche parola anche sul campionato di Serie A, e sul Napoli: “Se ci scanseremo? Il nostro obiettivo è onorare il campionato: la Juve lotterà fino all’ultimo, conoscendo il valore dei giocatori. I giocatori partenpei non hanno ancora fatto nulla e devono restare con i piedi per terra: la gioia è giustissima, ma non devono perdere la testa. Ci sono ancora quattro lunghissime gare da giocare“.

 

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
offidagranata
Utente
offidagranata

A parte che é una balla colossale…ma sento che molti darebbero il Gallo al milan x 50 milioni+Cutrone…e secondo voi dovremmo fare un campionato di serie A con cutronecome punta..? Meno male che nn lo fate voi il mercato…senza contare che Braccino ne investirebbe solo la metàsul Nostro TORO. BRACCE-MOZZEE… Leggi il resto »

Cup
Utente
Cup

Cutrone al posto del Gallo e 50 milioni per rinforzare la squadra: se fosse vero, non sarebbe male!

CORRETTORE
Utente
CORRETTORE

Beh i sondaggi bisogna anche saperli fare..per esempio di chi e’ la colpa di questa annata funesta?
A. Sinisa
B. Mihajlovic
C. Il serbo
D. Tigre Arkan

Giankjc (Gianky1969)
Utente
Giankjc (Gianky1969)

Cazzxolina se hai ragione!
Poi ci sarebbe anche l’ambiente pessimista, la pozzanghera che ha fermato il pallone per Ayeti, Rugani&De Sciglio troppo superiori nel derby, la sfiga contro l’Inter e il miglior Pandoro Verona dell’anno.
Per amore della verità.