Anche contro il Genoa, Kevin Bonifazi è sceso in campo titolare: qualche amnesia, qualche buona chiusura e la sensazione che serva giocare per crescere. Nelle prossime settimane arriveranno le riflessioni di calciomercato con il Torino

Partiamo da una premessa: Kevin Bonifazi vuole restare al Torino e il Torino non è intenzionato a lasciar partire così a cuor leggero il classe ’96, che quest’anno ha forse avuto meno spazio di quel che si sarebbe aspettato, eccezion fatta per la parte finale della stagione. In questa, infatti, l’ex Spal ha avuto più e più volte modo di mettersi in mostra, facendo vedere buone cose ma allo stesso tempo alternandole ad amnesie più o meno gravi, tipiche di un giovane calciatore che non è sceso in campo con regolarità. Anche per questo motivo, il Torino e Bonifazi stesso vorranno sedersi a un tavolo per capire cosa capiterà nel prossimo futuro, perché da un lato c’è la possibilità di una riconferma, certo, che però non automaticamente corrisponderebbe a un automatico maggiore impiego.

Genoa-Torino, Bonifazi e qualche amnesia di troppo, ma la prova è sufficiente

Anche le pagelle di Genoa-Torino 1-2 lo confermano: la prestazione di Kevin Bonifazi non è stata negativa, ma nemmeno particolarmente brillante. Vero, il difensore ha fatto meglio in altre occasioni (a Cagliari, per esempio, quando è stato schierato al posto dell’infortunato Nkoulou), mentre ha poco convinto in altre, come a Bergamo, secondo quell’esperimento da terzino destro che Mazzarri stesso ha poi dichiaratamente voluto accantonare. La prestazione del giocatore in Liguria ha portato con sé qualche incertezza che non si potrà permettere il prossimo anno, se vorrà restare non solo in granata, ma tra le possibili prime scelte della rosa: con la difesa che verrà rivoluzionata, anche il giocatore spera in molta considerazione, ma la conferma deve ancora arrivare.

Calciomercato Torino, Bonifazi: se sarà cessione, sarà in prestito

Insomma, il futuro di Bonifazi al Torino sembra meno certo di quello che fino a qualche settimana fa poteva sembrare. Il Toro, dal canto suo, preferirebbe vederlo giocare con maggiore continuità; parere condiviso proprio da chi ne cura gli interessi. Nessuno dei due vuole però slegarsi dalla piazza piemontese, o per lo meno non a titolo definitivo (salvo offerte troppo vantaggiose da poter lasciar scappare). In particolare, è Cairo che punterebbe quanto meno a mantenere le mani sul giocatore, al quale ha rinnovato il contratto lo scorso anno. Ci saranno, insomma, delle consultazioni (parola tanto utilizzata in questi giorni, in politica) tra dirigenza e giocatore per capire meglio il da farsi. Ripartendo, anche, da queste prestazioni in chiaro scuro. E cercando un salto di qualità per la definitiva consacrazione.


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Duca23
Duca23
3 anni fa

L’ideale sarebbe mandarlo in prestito in una squadra tipo la Spal dove aveva fatto bene ma in serie B,dargli una maglia da titolare da noi non mi sembra pronto,non lo so non voglio sbilanciarmi,ma non mi sembra un giovane di prospettiva,d’accordo con @Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE) non abbiamo avuto giovani che… Leggi il resto »

10genà #motivato
10genà #motivato
3 anni fa

un gran figo

alinghi
alinghi
3 anni fa

Solo ieri risultava uno dei migliori dalla vs pagelle…

Russia 2018, Ansaldi: l’Argentina lo convoca per i Mondiali

Torino, anche Acquah convocato dal Ghana: nove giocatori in Nazionale, l’elenco