La conferenza stampa di Kevin Bonifazi in Under 21: “Europeo? Vorrei essere protagonista ma aspettiamo le scelte del mister”

Dopo una grande annata con la Spal, per Kevin Bonifazi si aprono le porte dell’Under 21 con cui si appresta ad affrontare l’Europeo. Ed è proprio dal ritiro della Nazionale Under 21, di cui veste orgogliosamente la maglia, che il giocatore di proprietà del Torino fa il punto sulla sua stagione e sul suo futuro: “Lavoro ogni giorno per l’Europeo, vedo il gruppo molto affiatato, il livello è molto alto. La mia stagione non è ancora finita. Ho le stesse ambizioni e la stessa voglia, tra poco inizierà un nuovo campionato quale l’Europeo. Vorrei essere un protagonista, poi aspettiamo le scelte del mister. Il futuro? Vorrei giocare ma non so dove. Sono felice di aver un contratto col Torino e tornerò lì, poi c’è il mercato e vedremo cosa accadrà. Mazzarri? Ancora non l’ho sentito”

Bonifazi: “Il Milan? Fa piacere ma devo pensare all’Europeo”

Bonifazi è stato anche accostato al Milan: “Sono cose che fanno piacere, ma in questo momento è solo motivo di distrazione il mercato. Devo e dobbiamo pensare all’Europeo, che è un modo per far crescere il mercato. Se si fa bene, l’attenzione cresce“.

Poi, di nuovo sull’Europeo e sull’attesa di questi giorni: “La viviamo lavorando, il mister chiede massima serietà. Allo stesso tempo sa anche alleggerire questo ritiro che è pesante, ci dà tanti momenti di svago fuori l’orario d’allenamento“.

Bonifazi: “Un voto alla stagione? Aspetto l’Europeo”

Il gol alla Roma, quello alla Juventus e l’Europeo: per Bonifazi non è certo stata una stagione sottotono e se deve scegliere una tra le reti segnate: “Entrambe, per motivi diversi. Il primo perché è la prima gara che ho giocato in stagione, mi allenavo in gruppo solo da due settimana e non mi aspettavo di giocare. Vincere e segnare all’Olimpico è stato bellissimo. Lo stesso vale per la Juventus, non ha prezzo, anche se sappiamo che quel giorno mancavano tanti titolari. Un voto alla mia stagione? Aspetto l’Europeo, si parte da un 6,5

Infine, su mister Semplici: “Abbiamo fatto una stagione veramente importante. Non mi sono sorpreso delle vittorie o del fatto che ci siamo salvati in anticipo. Non posso dire una cosa brutta del mister, niente, è un padre calcistico per me. Mi ha sempre saputo gestire, anche quando non era al 100% mi ha sempre messo in campo. È un grande allenatore, si migliora anno dopo anno“.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-06-2019


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
2 anni fa

Tutti molto entusiasti di tornare a Torino.

ale_maroon79
ale_maroon79
2 anni fa

A Mazzarri non piace e lui lo sa.
Ovvio che non abbia nemmeno intenzione di disfare le valigie.

giotappo1971
giotappo1971
2 anni fa

Bonifazi Lyanco Bremer Izzo e Nkoulu, così si risparmiano i soldi per Djiji, difesa per i prossimi 10 anni assicurata!

Casao92
Casao92
2 anni fa

Da tenere.PUÒ giocare in tutti e 3 i ruoli in difesa.

Nkoulou, per il Torino è una certezza: stagione da incorniciare

Milan-Uefa, la settimana della verità: il Torino spera