Le dichiarazioni del giovane granata Alessandro Buongiorno sul Toro di Juric e la sfida che lo attende contro Spezia sabato

Al lavoro al Filadelfia, il giovane della cantera granata Alessandro Buongiorno ha parlato a Torino Channel: “Esplosivo e pimpante? Mi vengono in mente le parole del Mister, che mi hanno fatto molto piacere in conferenza. La mia crescita? A me piace mettere sempre al primo posto il lavoro e la dedizione. Penso che siano le cose che alla fine si vedono sul lungo periodo. Con il Mister abbiamo iniziato questo percorso di lavoro soprattutto sulal forza ma anche su movimenti e giocate che ci richiede. È un lavoro cominciato in ritiro e che stiamo portando avanti tutt’ora. Contro la Sampdoria sono stato impiegato gli ultimi minuti da quinto, che è un ruolo che posso ricoprire all’occorrenza. Devo ancora imparare bene i movimenti da fare. Da terzo mi trovo meglio, però è un ruolo che sto cercando di fare mio al meglio“.

Buongiorno: “Dovremo essere cinici e tosti”

Su se stesso e lo Spezia: “Cosa pretendo da me stesso nell’immediato? Innanzitutto proseguire con il discorso della forza e poi migliorare tecnicamente, continuando a lavorare per migliorare sempre di più. Ho lasciato un po’ da parte lo studio degli scacchi per imparare i movimenti d’area di rigore e segnare. Il Toro quarto tra le squadre più giovani? Per noi è una vetrina importante. Questo dimostra di come il Mister tenga al lavoro e non guardi all’età ma solamente a chi si allena bene e dà il meglio di sè. È una cosa molto importanti per noi giovani. Il 4-1 brucia ancora. Arriveremo carichi e determinati per riuscire a conquistare la vittoria. Il Toro di sabato? Tosto come lo è stato nelle ultime aprtite e cinico. Abbiamo racoclto meno di quello che meritavamo. In alcune occasioni ci sono mancati i gol e speriamo che arrivino in questa partita“.

Alessandro Buongiorno
Alessandro Buongiorno
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-11-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
maurone
maurone (@maurone)
24 giorni fa

Questo è forte, forte dentro. Lasciamolo maturare con fiducia e pazienza. Mi pare abbia altra testa rispetto ai vari Edera, Parigini etc.

Cup3
Cup3 (@cup3)
25 giorni fa

Sta crescendo, speriamo bene…

Juric contro Thiago Motta: ex compagni (al Genoa) contro

Il Toro celebra i 100 gol di Belotti in Serie A con una maglia speciale