Alla prima partita dopo un mese fuori causa infortunio Buongiorno è tornato col botto, annullando l’ex di serata Belotti

Pareggio che non lascia troppa soddisfazione al Torino, quello arrivato contro la Fiorentina. In una gara sfortunata, in cui i granata avrebbero meritato sicuramente più di un punto, tante sono però le note positive su cui Juric può contare. Tra queste, certamente la prima in ordine di rilevanza è il rientro di Buongiorno. Il vice capitano, che era stato fuori un mese a causa della lussazione alla spalla riscontrata nel match contro il Cagliari, è stato schierato titolare dal tecnico alla prima occasione possibile, e non ha fatto assolutamente pentire nessuno della scelta. Sceso in campo in un terzetto inedito al fianco di Djidji e Masina, Bongio si è subito preso la scena, tornando a fare quello a cui aveva abituato tutti. Piazzato a uomo su Belotti, ex della serata, ha impedito al numero 20 di toccare palloni praticamente per tutti e 90 i minuti, evitandogli anche i fischi del pubblico.

La difesa ritrova il suo totem

Il rientro di Alessandro Buongiorno non può che rappresentare un valore aggiunto in questo momento di difficoltà. Nonostante le assenze negli scontri diretti contro Lazio e Roma abbiano pesato molto nell’economia della classifica, l’aspetto positivo ora risiede nel fatto che il numero 4 sia tornato al centro della difesa. Nel momento in cui l’emergenza difensiva pare essere terminata – date le indisponibilità dei soli Tameze e Lovato, oltre al lungodegente Schuurs – Juric ritrova infatti l’elemento principale della rosa. Ora, dunque, il terzetto di sfide contro Udinese, Monza ed Empoli (che segue il Napoli) può davvero dare soddisfazioni sui vari fronti, aspettando la rosa al completo.

Alessandro Buongiorno
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-03-2024


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Andreas
1 mese fa

E’ rientrato come se non si fosse mai fermato. Bongio è uno spettacolo! Meglio di gobBremer

Scimmionelli
1 mese fa

Belotti si e’ annullato da solo quando da Gallo Re del Pollaio a Torino ha deciso di andare a fare il gallo da combattimento a Roma e a Firenze, finendo solo per diventare un gallo spennacchiato (nonche’ spernacchiato).

Palomino e il trofodermin
Palomino e il trofodermin
1 mese fa

Belotti si è annullato da solo quando ha sposato una iuventina, c’entra niente Buongiorno

Rocchi su Marchetti: “Il rosso a Ricci? Andava ammonito subito Arthur”

Sanabria, il lungo digiuno: mai una media gol così bassa