La Camera arbitrale di Milano si è espressa sul caso Rcs-Blackstone, non ravvisando alcuna irregolarità

Una sconfitta, quella di Cairo e di Rcs: il collegio della Camera arbitrale di Milano si è espresso sul caso Blackstone, dando ragione al fondo americano. Nessuna irregolarità, dunque, nel contratto che nel 2013 aveva portato alla vendita della sede del Corriere della Sera di via Solferino a Blackstone. “Non è dato ravvisare nel comportamento di Blackstone (e, per essa, di Kryalos) nulla che appaia indiscutibilmente contrario ai doveri di correttezza e buona fede”, si legge nella sentenza. Secondo gli arbitri, “la parte acquirente ha legittimamente cercato di conseguire le condizioni per essa più vantaggiose, senza che sia emersa la prova di alcuna indebita pressione operata sulla controparte”.

Cairo-Blackstone: il motivo della contesa

Ma perché il ricorso alla Camera arbitrale? Nel 2013 Blackstone acquista per 120 milioni di euro la storica sede del Corriere della Sera di via Solferino a Milano. Qualche tempo dopo Blackstone si accorda con Allianz per rivendere quell’immobile alla cifra di 250 milioni di euro. Per questo motivo Cairo e Rcs muovono l’accusa di aver approfittato della situazione di RCS costringendo quest’ultima a svendere.

La reazione di Rcs: il comunicato

.Questo il comunicato di Rcs dopo il responso: “La società, fermo restando che non condivide il giudizio dei due arbitri e che si riserva ogni valutazione e ogni diritto, sottolinea che anche dalle motivazioni del Lodo non emerge alcuna scorrettezza o mala fede di Rcs, che viceversa ha agito per la doverosa tutela del patrimonio sociale, leso dal significativo differenziale di valore con cui nel 2013 è stato venduto l’immobile. Il Lodo definitivo, confermando che Rcs non ha agito in modo scorretto e tantomeno temerario, rinsalda, come già quello parziale dello scorso anno, la posizione della società innanzi alla Supreme Court of the State of New York, ove i procedimenti intentati dalle controparti sono sospesi”.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 14-05-2021


155 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
0 abbonamenti 0 merchandising unico modo per liberarci di cairo
0 abbonamenti 0 merchandising unico modo per liberarci di cairo
5 mesi fa

Dio c’è!

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
5 mesi fa

Non vedo l’ora che se ne vada anche a costo di andare a tifare nel derby Toro-Barcanova.
Muoia nella sua prosopopea. Incapace a qualsiasi cosa che non sia risparmiare sulla carta igienica: mangia solo panini per defe care poco.

Pedric
Pedric
5 mesi fa

Oggi sia i cloni adulti, sia i cloni adolescenti ancora galvanizzati dal viaggio in treno, sono particolarmente nervosi. Ne hanno ben donde. Noi tifosi del Toro, seppur gaudenti, sappiamo che sarà lunga e dura. Liberarsi di shorty equivale ad una traversata del deserto . In 16 anni molti di noi… Leggi il resto »

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
5 mesi fa
Reply to  Pedric

Appunto. A – B – C che cambia? Siamo passati negli ultimi 16 anni da essere oltre 1 milione a poche centinaia di migliaia. Grazie a lui giovani tifosi non ce ne sono, possiamo diventare peggio? Certo, possibile, tanto io non tirerò mai Milan. Piuttosto divento solo più anti juventino… Leggi il resto »

Commisso attacca: “I giornali controllati da Cairo hanno detto bugie”

Torino, crocevia Spezia: decise l’esonero di Giampaolo, ora indirizzerà il futuro di Nicola