Cairo contro gli arbitri: “Noi la terza squadra più penalizzata, ci hanno dato una bella botta”

25
Cairo
CAMPO, 22.10.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Urbano Cairo

Al termine della tappa del Giro d’Italia conclusasi a Prato Nevoso, Urbano Cairo ha parlato del suo Torino: “Dobbiamo migliorare la squadra”

Così come i tifosi, anche il presidente Urbano Cairo si aspettava qualcosa in più dal suo Torino. Lo ha detto chiaramente ai microfoni di Gazzetta.it al termine della tappa del giro d’Italia conclusasi a Prato Nevoso: “Il Toro ha chiuso a 54 punti, che non son pochi, ma potevano essere di più. Avrei voluto un sei davanti al numero dei punti, se lo avessimo avuto avremmo avuto anche l’Europa League. Abbiamo buttato 5 punti con il Verona, 4 con il Chievo e 2 con la Spal, che sono comunque squadre di tutto rispetto: già così erano 11 punti in più. Purtroppo abbiamo buttato dei punti colpevolmente”. Il presidente granata non sembra inoltre aver digerito il trattamento subito dal suo Torino da parte degli arbitri in questo campionato:Dal punto di vista arbitrale siamo la terza squadra più penalizzata tra le venti di serie A, ci hanno dato una bella botta: non mi voglio mai lamentare ma questo è un fatto all’evidenza di tutti”.

Cairo sul Torino: “Mazzarri? Ho molta fiducia in lui”

Cairo ha poi parlato anche del Torino della prossima stagione che ripartirà da Walter Mazzarri (tecnico che gode della massimo stima da parte del presidente granata) oltre che dai giocatori più importanti di questa stagione. “Il Toro, soprattutto nel girone di ritorno, ha fatto vedere di avere potenzialità – ha continuato il massimo dirigente granata – dobbiamo fare degli interventi per migliorare la squadra, ma certamente ci sono giocatori importanti che potranno dare una grande mano il prossimo anno. Abbiamo preso un mister come Mazzarri che è molto bravo e io ho molta fiducia in lui“.

Diritti TV per la serie A, Cairo: “Voglio che vengano valorizzati”

Infine, Cairo ha anche commentato la situazione riguardante l’assegnazione dei diritti televisivi. “In Lega dobbiamo prendere delle decisioni importanti, ma è bene prendersi del tempo più e fare la scelta giusta. Io non faccio il tifo per nessuno, sono solo per il bene della Lega Calcio e voglio che i diritti vengano valorizzati. La cosa più importante è arrivare ad una decisione giusta che sia condivisa dalla maggioranza delle squadre”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Jalpa1968
Utente
Jalpa1968

Esule, complimenti, condivido i ogni parola

Sergio (Plasticone69)
Utente
Sergio (Plasticone69)

La causa è una sola LA NEGATIVITÀ DELL’AMBIENTE, cercate di capirlo, la colpa siamo noi

esulegranata
Utente
esulegranata

Siamo arrivati a 54 punti, che comunque a nulla servono, solo perchè abbiamo giocato le ultime 3 partite senza pressioni di classifica e, come capita ai mediocri, improvvisamente la palla pesava meno e le gambe giravano. Inoltre, le rimostranze contro vere o presunte ingiustizie arbitrali subite si fanno subito e… Leggi il resto »