Torino, Cairo contestato e spunta il nome di un possibile acquirente: Denegri - Toro.it

Torino, Cairo contestato e spunta il nome di un possibile acquirente: Denegri

di Andrea Piva - 16 Luglio 2020

Al momento non ci sono conferme su un reale interesse da parte della famiglia Denegri ad acquistare il Torino, ma queste voci devono far riflettere Cairo

Anche ieri, questa volta al Filadelfia, è spuntato un altro striscione di contestazione al presidente del Torino. “Basta Cairo… vattene”, il contenuto del lenzuolo appeso all’esterno del tempio granata. Ormai, tra sit-in di protesta, striscioni e discussioni sui social, non si contano più i messaggi dei tifosi che si auspicano un cambio alla guida della società. Anche per questo motivo, nelle ultime ore, ha iniziato a circolare la voce di un possibile acquirente del Torino: la famiglia Denegri. Gustavo Denegri, 83 anni, è il presidente della DiaSorin (colosso nel campo delle biotecnologia), il figlio Michele, 50 anni, è il vicepresidente dell’azienda e ha da poco acquisito e rilanciato lo storico ristorante Del Cambio nel centro del capoluogo piemontese.

Torino: la contestazione a Cairo è sempre più forte

Sul reale interesse da parte della famiglia Denegri di acquistare il Torino al momento non abbiamo conferme. Nel giro di pochi mesi è la seconda volta che tra i tifosi circolano voci riguardo a un possibile interesse da parte di un imprenditore di acquisire la società: era successo anche con Leonardo Del Vecchio, il presidente di Luxottica, ma in quel caso si erano rivelate infondate ed erano arrivate anche le smentite ufficiali. Potrebbe accadere lo stesso anche per quel che riguarda il presunto interesse della famiglia Denegri per il Torino. Ma queste voci, così come gli striscioni e i sit-in di protesta (anche stasera, in contemporanea con la partita, i tifosi si sono dati appuntamento all’esterno dello stadio per proseguire la contestazione alla società e sostenere la squadra nel delicato scontro diretto per la salvezza col Genoa) devono far riflettere Urbano Cairo che, giorno dopo giorno, sta perdendo sempre di più il sostegno della tifoseria.

Urbano Cairo e Antonio Comi
Urbano Cairo e Antonio Comi

34 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Denis-Joe
Denis-Joe
23 giorni fa

ah ah ah! la DiaSorin, per carità. Ne riparliamo a fine Covid e cosa verrà fuori da Regione Lombardia.

Pedric
Pedric
25 giorni fa

Sappiamo che non è vero. Purtroppo

Vanni(CAIROVATTENE)
Vanni(CAIROVATTENE)
25 giorni fa
Reply to  Pedric

Io ho sentito dell’interesse di uno di Arcore. Non se ne sa niente? Quello anche senza grani farebbe un Toro forte. Poi magari ci vende a qualche cinese di Taiwan.

Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)
Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)
25 giorni fa

Ottimo, senza disturbare il padre, a noi basterebbe il figlio Michele con il ristorante……almeno le cene per compattare il gruppo sarebbero garantite e si troverebbe un impiego più consono a Comi: lo chef……

Last edited 25 giorni fa by Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)