Il presidente granata avvistato in tribuna ad assistere al match che deciderà chi tra Carrarese e L.R. Vicenza salirà in cadetteria

Urbano Cairo non sta mai fermo. Dopo aver presenziato a diversi eventi sportivi come anche a presentazioni di libri, dove alcuni giornalisti gli hanno rivolto domande sul futuro del Torino tra la permanenza di Buongiorno e l’arrivo di Vanoli, oggi il presidente granata è stato fotografato in tribuna allo Stadio dei Marmi di Carrara. Nella cornice toscana sta infatti andando in scena il match tra Carrarese e L.R. Vicenza, secondo e decisivo round della finale playoff di Serie C. A fianco a Cairo il presidente della Lega Pro Matteo Marani e chissà se anche in questo caso la presenza del presidente granata sia legata a discorsi volti in proiezione futura, come ad esempio l’introduzione di una formazione granata Under 23 nel campionato di Serie C di cui si è discusso molto nel recente passato.

“Vanoli? Non parlo di altri tesserati”

Intercettato da Tuttomercatoweb, Cairo ha parlato anche di Vanoli, senza tuttavia – per ovvie ragioni – confermare la trattativa: “Quando ci saremo, comunicheremo. I tempi sono maturi, ma vediamo… L’allenatore sarà Vanoli? Non parliamo di nessuno, io non faccio i nomi di altri tesserati”.

Urbano Cairo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 09-06-2024


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
vecchiamaniera
5 giorni fa

Inutile pagliaccio 🤡

Scimmionelli
5 giorni fa
Reply to  vecchiamaniera

Piacere di conoscerti. Io sono Scimmio Scimmionelli.

monkey-man-making-silence-gesture_1368-7078
frehley71
frehley71
5 giorni fa

Prima o poi anche i tifosi commercialisti dovranno ammettere che il Presiniente ci percula…

soloiltoro
soloiltoro
5 giorni fa

Propongo di iscrivere questa squadra in serie C come under 23, magari qualche derby di tanto in tanto lo vincono…

Scimmionelli
5 giorni fa
Reply to  soloiltoro

Se gli zerotreini tordi si tolgono dalle balle, forse…

Toro, il valore della rosa cresce di €76.5 mln

Il pagellone / Vlasic, più ombre che luci