Cairo non vende il Toro ma i tifosi lo contestano: oggi il nuovo sit-in - Toro.it

Cairo non vende il Toro ma i tifosi lo contestano: oggi il nuovo sit-in

di Francesco Vittonetto - 3 Ottobre 2020

“Non vendo il Torino”, ha risposto Cairo all’ultima pubblica manifestazione d’interesse. Intanto i tifosi continuano a contestarlo

Il sit-in di protesta sotto la curva Primavera inizierà alle 17 di oggi, sabato 3 ottobre. Quasi a sostituire la partita che il Torino di Giampaolo avrebbe dovuto affrontare a Genova, poi rinviata per i numerosi casi di Covid all’interno del Grifone. I protagonisti saranno ancora tifose e tifosi granata delusi dalla gestione Cairo, gli stessi che da diversi mesi hanno attivato i raduni in luoghi simbolici (lo stadio, ma anche la sede del Torino, in via Arcivescovado) come forma di contestazione pacifica al presidente del club. La richiesta non cambierà: “Vendi il Toro” sarà ancora il refrain dell’appuntamento, veicolato anche tramite i social con il titolo “Noi non ci rassegniamo, sabato ti contestiamo”.

Cairo e la proposta di D’Angeri: “Non vendo”

La prima parte della frase è più che mai d’attualità. Perché ancora in settimana Cairo si è espresso nei termini ormai consueti: “L’ho già detto, non voglio vendere il club”, ha risposto a chi gli chiedeva dell’interesse pubblicamente espresso da Nunzio D’Angeri, il magnate che ha intenzione – sondata la disponibilità di Cairo a cedere (già comunque negata, a questo punto) – di presentare un’offerta per acquistare la società.

Striscioni e un mercato che non convince: clima teso attorno al Torino

La vicenda D’Angeri non può ancora dirsi conclusa, ma intanto il patron alessandrino ha confermato la volontà di restare in sella nonostante il clima avverso che da tempo si è creato attorno alla sua presidenza. Gli striscioni di contestazione non si contano più (anche firmati dalla curva Maratona).

E negli ambienti fisici e virtuali della piazza granata già serpeggia – malcelato – il malcontento per un mercato che fin qui non ha colmato le lacune di un organico fortemente sfiduciato dopo l’ultima stagione fallimentare. Oggi pomeriggio andrà in scena un nuovo capitolo della palpabile divaricazione tra il vertice e la base del Toro.

Flash mob contro Cairo
Flash mob contro Cairo

13 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Pedric
Pedric
1 mese fa

Cairo é inaffidabile.
Tutti lo sanno ormai e chi può ne sta ben lontano. Spero lo abbiano imparato a loro spese anche i tifosi della sua azienda calcistica. In eventuale difetto nessun pericolo, quest’anno ci sarà un’altra lectio magistralis:
La seconda retrocessione.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa

Bene la contestazione. bene il pepe nel cubo. bene che si senta “accerchiato”. Bene che si sappia che la piazza è pronta ad abbracciare una proposta seria, e a dare una mano, nel caso, a far desistere Cairo. benissimo ora manca solo la persona seria a cui affidare il Toro.… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
1 mese fa

Scusate ma chi volete che si avvicini a cairetto? Comprate il Toro che so a 100 m e poi quello dopo 5 anni vi fa causa dicendo che lo avete pagato poco, perché magari dopo averlo rilanciato lo state rivendendo a 300. Nessuno si fida più dell’incantatore di dementi, gran… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  Pedric

AH, quindi vediamo: da Rossis ad oggi, nessuna persona “degna” si è avvicinata al Toro per questo motivo? Ci hanno schifati anche quando eravamo gratis (Lodo, Marengo) perchè poi prendendoci gratis, qualcuno avrebbe poi fatto causa?

fumate troppa Blackstone; vi fa male