Calciomercato Torino, Mihajlovic non vuole sorprese: si lavora per 4-2-3-1 e 4-3-1-2 - Toro.it

Calciomercato Torino, Mihajlovic non vuole sorprese: si lavora per 4-2-3-1 e 4-3-1-2

di Gian Luca Pepe - 3 Giugno 2017

Negli ultimi mesi Mihajlovic ha forgiato il 4-2-3-1, ma per l’anno prossimo la sua intenzione è alternarlo al 4-3-1-2: caccia dunque a giocatori adattabili

Terminato il campionato, iniziano i mesi più caldi per allestire la rosa del prossimo Torino di Mihajlovic, con il calciomercato che in questi giorni ha già iniziato ad evolversi. Gli ultimi mesi della stagione hanno precluso al Toro di giocarsi un posto valevole l’Europa, ma al tempo stesso consentito al tecnico serbo di elaborare alcune soluzioni utili per il futuro: il 4-3-3 nella prima parte del campionato ha permesso al trio Ljajic-Belotti-Falque di dare il meglio di sé, prima di subire una involuzione che Mihajlovic ha deciso di tamponare voltando pagina ed escogitando nuove possibilità. Ecco che negli ultimi mesi ha preso sempre più piede il 4-2-3-1, sulla carta non così lontano dall’iniziale sistema, ma che necessita di un giocatore di fantasia in più nella trequarti avversaria e di due centrocampisti fortemente propensi al sacrificio in fase di non possesso.

Mihajlovic sa bene che programmare un’intera stagione su un solo sistema di gioco potrebbe rivelarsi un azzardo, tanto da essersi spinto a disegnare anche un più conservativo 4-3-1-2, soluzione che impoverisce le corsie esterne (presidiate solo dai terzini), che che infoltisce in modo consistente la parte centrale del campo. Il Toro ha dunque l’intenzione di presentarsi ai nastri di partenza con queste due possibilità, e il mercato è destinato ad assumere la piega voluta dall’allenatore. Se poco cambia per i movimenti pensati per arricchire la difesa, il capitolo centrocampisti-attaccanti risulta essere il più vivace: caccia a un attaccante affidabile e in grado di creare con Belotti un tandem ben assortito (piace sempre Niang), e centrocampisti bravi a compiere entrambe le fasi di gioco. Il profilo perfetto corrisponde quindi a quei giocatori che per caratteristiche non soffrono i cambi di sistema, la variabile 4-3-1-2 condizionerà in modo rilevante le scelte della società.

più nuovi più vecchi
Notificami
petacchi
Utente
petacchi

Molto dipende da Belotti quindi deve dire se vuole rimanere o meno.Un altro Cerci venduto l’ultimo di agosto e sostituito con amauri no eh.

ciri
Utente
ciri

A Mihajlovic per trovare il modulo giusto gli ci vogliono 16 anni

Lovi
Utente
Lovi

Eeeeeeooo bastardo bianconero