La presentazione dell’avversaria del Torino / Ancora nessuna vittoria per il Chievo che resta ultimo in classifica a -1

Sei gare, 4 sconfitte e 2 pareggi per un totale di due punti incassati in questo inizio campionato da parte del Chievo. Un bilancio che costringe i gialloblu, penalizzati anche di tre punti, all’ultimo posto in classifica e alla necessità di rincorrere una prima vittoria stagionale che possa finalmente fargli risalire non solo la china ma anche il morale. Morale che, dopo le due sconfitte iniziali contro Juventus e Fiorentina, gli uomini di D’Anna sembravano aver ritrovato con lo 0-0 contro l’Empoli e soprattutto con lo splendido pareggio per 2-2 contro la Roma. Al contrario, però, negli ultimi due turni sono arrivati nuovamente due stop contro Udinese e Genoa. La crisi è innegabile così come lo è il fatto che le vicende extracalcistiche abbiano notevolmente complicato questo inizio di stagione.

Chievo, scandalo falso in bilancio: tre punti di penalizzazione

A tenere banco in casa Chievo in questi ultimi mesi, infatti, non ci sono state solo le vicende di campo ma anche quelle legate allo scandalo del falso in bilancio che nell’estate appena conclusa avevano messo in serissimo rischio la società gialloblu. Situazione che, attualmente, è costata alla formazione veronese 3 punti di penalizzazione (da qui l’ultimo punto in classifica a quota -1) a cui si aggiungono 200mila euro di multa e l’inibizione di tre mesi per il Presidente Campedelli. Ma non è ancora finita. Come avevamo infatti raccontato, il Chievo ha prontamente fatto ricorso per cercare di ottenere una riduzione della pena che, qualora venisse accordata, potrebbe cambiare ulteriormente le carte in tavola.

Chievo, contro il Toro obiettivo prima vittoria in campionato

Nonostante le evidenti difficoltà dentro e fuori dal campo, il Chievo resta comunque una formazione da non sottovalutare che contro il Torino tenterà certamente di regalare al proprio pubblico la prima vittoria stagionale. E di individualità su cui poter puntare, il tecnico D’Anna ne ha molte. Tra i pali, Sorrentino è una certezza e davanti, pur con Tomovic infortunato e in dubbio, il tecnico clivense potrà comunque contare su uno dei tanti ex di giornata, Rossettini, ma anche su gente come Cacciatore e De Paoli. Vecchie conoscenze granata ci sono anche a centrocampo dove Obi va verso una maglia da titolare insieme a Rigoni e Birsa e Giaccherini. Un centrocampo fisico, senza dubbio, ma anche in grado di costruire gioco e dare all’attacco gialloblu le possibilità per far male.

A proposito di attacco, se con il Toro sarà quasi certamente Stepinski a guidare l’offensiva, anche il reparto avanzato del Chievo ha il suo ex granata tra le proprie fila. Si parla ovviamente di Meggorini che partirà con tutta probabilità dalla panchina ma che difficilmente non si fa trovare pronto se chiamato in causa. Stesso discorso vale per il Capitano del Chievo Pellissier che contro il Genoa ha raggiunto il grande traguardo delle 500 partite con la maglia gialloblu. Per il tecnico D’Anna, dunque, le soluzioni non mancano di certo: i tre punti restano l’obiettivo primario.

 


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
brigolo
brigolo
3 anni fa

Lo dico per scaramanzia come da tradizione risusciteremo il Chievo.

madde71
madde71
3 anni fa

gia’ sappiam chi sono quelli di venaria,ma questi qua,disonesti marcioni complottisti,iscritti con indecenza al campionato,fan capire quanto sia falsato inpartenza sto torneo.
stessa irregolarita’ dei cesenati,12 punti di differenza in condanna.schifo al cubo e ribrezzo

zio slim
zio slim
3 anni fa

Perfetto, conquistano la prima vittoria con rete del trentanovenne Pellissier. Scherzo fratelli, tutti a toccarsi….

Probabili formazioni Chievo-Torino: i consigli per il fantacalcio

Chievo-Torino, tre partite nella storia: dalla salvezza al successo che sa di Europa