Chievo, la classifica non mente ma con le big non sbaglia

di Giulia Abbate - 1 Marzo 2019

Il Chievo lotta per arrivare ad una difficile salvezza: con le prime della classe ha centrato risultati importanti bloccando Roma, Napoli, Lazio e Inter

Ultimo posto in classifica, 10 punti conquistati con una sola vittoria all’attivo e 11 lunghezze a separare il Chievo dal quartultimo posto occupato dall’Empoli. Una situazione complessa, con una classifica che di certo non mente ma che, tuttavia, non racconta tutta la storia. Una storia che parla sì di un concreto e serissimo rischio retrocessione ma anche di prestazioni di tutto rispetto, soprattutto contro le cosiddette big del campionato. Se è vero che i punti raccolti dal Chievo tra il girone di andata e l’inizio di quello di ritorno sono assai pochi, è altrettanto vero che molti, i gialloblù, li hanno raccolti proprio contro le grandi, mettendo a segno risultati che alla vigilia sarebbero stati probabilmente impensabili.

Chievo, la Roma non passa. Col Frosinone l’unica vittoria

Che per il Chievo quello di quest’anno non sia un campionato semplice è un dato di fatto, una realtà che si è palesata fin da inizio stagione quando nelle prime 4 partite ha incassato due sonore sconfitte contro Juventus e Fiorentina, capace di superare i clivensi per 6-1, e due pareggi. Tra questi, quello contro la Roma alla 4^ giornata del girone di andata con i giallorossi bloccati sul 2-2 grazie ad una splendida rimonta firmata Birsa e Stepinski. Un risultato che diede certamente morale al Chievo ma che non bastò per cambiare l’inerzia del campionato.

Bisognerà aspettare l’ultima giornata di andata, infatti, per vedere i veronesi incassare la prima vittoria stagionale contro il Frosinone. Risultato eccellente considerando che si trattava di uno scontro diretto ma che non resta un caso isolato, almeno dal punto di vista della prestazione. Se di vittorie non ne arriveranno più, infatti, è pur vero che sono molte le formazioni ad aver fatto l’errore di considerare il Chievo già morto.

Chievo bestia nera delle big: si fermano anche Napoli, Lazio e Inter

Dopo il pari con i giallorossi e le 7 sconfitte successive, infatti, il Chievo blocca prima il Bologna (2-2) e poi, in un filotto di 5 pareggi nelle successive 5 gare, anche il Napoli che non va oltre lo 0-0. La domenica successiva è poi il turno della Lazio che rimonta al vantaggio di Pellissier solo grazie al gol di Immobile chiudendo sull’1-1 finale. Stesso risultato messo a segno contro l’Inter con ancora Pellissier protagonista e autore della rete che in pieno recupero smorza i canti di vittoria dei neroazzurri e regala un altro importante punticino ai clivensi.

Vittime illustri, dunque, che dimostrano quanto il Chievo, nonostante una posizione di classifica che parla da sola, non sia disposto a fare la figura della vittima sacrificale. I clivensi sono abituati a vendere cara la pelle e anche il Torino dovrà stare attento: vincere sarà fondamentale per la corsa all’Europa ma sottovalutare l’avversario pensando di poter “vincere facile” sarebbe un pericolo troppo grande.

più nuovi più vecchi
Notificami
Granata_da_Legare
Utente
Granata_da_Legare

Allora siamo in una botte di ferro, noi non siamo una big e soprattutto NON giochiamo da big