Nell’allenamento di martedì, Antonio Sanabria era ancora assente: è più probabile il rientro col Cagliari. Ma già sabato…

L’avventura di Antonio Sanabria al Torino, di fatto, non è ancora iniziata. L’attaccante paraguaiano è stato il primo acquisto della sessione di calciomercato invernale ma, causa covid, al Filadelfia non si è ancora visto. La vicenda è nota. L’attaccante era arrivato in Italia nella serata del 27 gennaio, all’aeroporto di Milano, con certificazione di negatività al coronavirus, ed era risultato negativo al tampone svolto giovedì alle visite mediche. La positività è emersa dopo il test del 29 gennaio, prima dell’inserimento del gruppo squadra. In settimana svolgerà nuovi test. E per questo, anche se era ancora assente nell’allenamento di ieri, gli resta la speranza di guadagnare infine la convocazione per la partita contro il Genoa, in programma alle 15 di sabato 13 febbraio.

Le tappe per il rientro dopo la guarigione dal coronavirus

La strada è stretta. Anche se sulla carta i tempi ci sono. Scaduti i 10 giorni di isolamento, Sanabria – asintomatico – potrà effettuare un tampone di controllo. E basterà un solo test negativo per rientrare in gruppo: fa fede la circolare del Ministero della Salute del 12 ottobre scorso. La certificazione dell’avvenuta guarigione dovrà arrivare ad almeno 24 ore dalla partita: ovvero entro venerdì alle 15. Solo così, l’ex Betis potrà entrare tra i convocati per la prima volta dal suo arrivo al Torino. Altrimenti se ne riparlerà per la trasferta di Cagliari, nella quale Sanabria spera già di trovare spazio.

Antonio Sanabria
Antonio Sanabria con la maglia del Betis
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 10-02-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ginmark
ginmark
9 mesi fa

Ma scusate…la giornata di squalifica si sconta solo se il giocatore e’ utilizzabile, quindi Sanabria non l’ha ancora scontata, secondo me, per via del Covid e quindi speriamo sia convocabile contro il Genoa almeno se la toglie e puo’ giocare col Cagliari….se no neanche col Cagliari lo vediamo!…..correggetemi se sbaglio….

Nicola, c’è sempre il Genoa di mezzo: Ballardini lo ha battuto 2 volte su 2

Bonazzoli insidia Zaza: vuole esserci nel “suo” derby