Domenico Criscito ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport in cui ha parlato dell’allenatore del Torino, Ivan Juric

Domenico Criscito, tecnico dell’Under-14 ed ex calciatore del Genoa, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport in cui ha parlato di Ivan Juric e Thiago Motta. I due sono stati compagni di squadra in rossoblù e il croato ha poi fatto il grande passo che lo ha portato sulla panchina del Grifone. Tra i calciatori allenati dall’attuale tecnico del Torino c’è stato anche Criscito, che per lui ha speso belle parole.

“Vero che si agita, ma perché pretende il massimo”

Criscito ha commentato così l’esperienza vissuta con Juric e Motta: “Mi aspettavo che avessero allenato su panchine così importanti. Ivan e Thiago erano di fatto allenatori anche quando giocavano. Con un carattere diverso, certo, ma molto forte e deciso in entrambi. A livello personale mi aiutarono parecchio e il loro carisma si faceva sentire. Pretendevano il mille per mille da tutti, anche in allenamento. Da queste cose si poteva intuire che un giorno avrebbero allenato. Io, poi, li ho avuti anche come tecnici.

Un ricordo? Devo dire che furono per entrambi stagioni complicate, quindi non ne ho di bellissimi. Però la cosa che più mi stupì e che ricordo oggi fu l’idea di doverli chiamare ‘mister‘. Ma era giusto così, per il rispetto dei ruoli. Vorrei diventare come loro a livello caratteriale: parliamo di due uomini forti, io caratterialmente sono diverso, ma questo è il loro pregio. A volte Juric si agita in panchina, è vero, ma lo fa perché pretende il massimo dai suoi. Così come era stato abituato a dare il massimo lui per primo quando giocava”. Lunedì sera si affronteranno al Dall’Ara in una sfida che potrebbe valere la corsa all’Europa, con le premesse per una sfida ad altissimo livello agonistico.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-11-2023


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
casToro
casToro
3 mesi fa

Sarebbe buona cosa rimettere al loro posto i falsinei prima che facciano voli pindarici.
Buona squadra ma sta raccogliendo più di quanto meriti.

Sanabria è rientrato a Torino: ora Juric ha di nuovo tutti i nazionali

Soppy punta il Bologna: infortunio alle spalle, ora vuole essere protagonista