Damascan, dopo il mercato la svolta: senza Millico più opportunità in Primavera

di Francesco Vittonetto - 8 Febbraio 2019

Con Millico ormai stabilmente nel Torino di Mazzarri, Damascan potrebbe avere più spazio in Primavera: ma ora tocca a lui dimostrare il suo valore

Il coniglio dal cilindro ancora non l’ha tirato fuori, Vitalie Damascan. Tanta attesa, l’aura di un talento pronto a sbocciare, eppure fin qui l’attaccante moldavo è rimasto l’oggetto non identificato che rimbalza tra le orbite contigue del Torino Primavera di Federico Coppitelli e della prima squadra di Walter Mazzarri. Il classe ’99 non ha ancora trovato la sua dimensione, sospeso com’è tra qualche spezzone con i giovani (e un gol, contro il Verona in Coppa Italia) e le tante panchine con i grandi. Ma qualcosa nelle ultime settimane s’è mosso. Millico goleador, infatti, ha approfittato dell’addio di Edera per iniziare a stabilizzare la sua posizione come rincalzo agli ordini di WM, di fatto liberando uno spazietto in più per il classe ’99 nell’undici di Coppitelli.

Torino Primavera, Damascan può sopperire all’assenza di Millico

Le gerarchie della Primavera, nei prossimi mesi, andranno per forza di cose riviste. L’arrivo di Belkheir (titolare in campionato contro il Genoa, mentre Millico era a Ferrara con Belotti & co.) offre per ora un duello più alla portata di Damascan che può davvero iniziare a sperare in qualche opportunità in più al Filadelfia. A patto di iniziare a dimostrare fin da subito il proprio valore. Il mercato, intanto, non ha portato novità. Al netto di qualche sondaggio – il Cosenza ci aveva pensato, ma senza poi concretizzare una proposta -, l’ex Sheriff è rimasto in granata. Con la speranza di evolversi dalla condizione di riserva velata di mistero in cui si è trovato in questi ormai sette mesi di Torino.

più nuovi più vecchi
Notificami
mas63simo
Utente
mas63simo

Come rovinare 2 squadre in un colpo solo ….dei geni !
MAZZARRI PURE IN QUESTO MI FAI CAGARE !

Robin
Utente
Robin

Ma come fuori quota nei pulcini?

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Utente
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)

Potremmo sempre aspettarlo.
Non essere impulsivo.

Sergio (Plasticone69)
Utente
Sergio (Plasticone69)

L’unica conseguenza positiva delle convocazioni di millico in prima squadra è il maggior utilizzo di petrungaro, non certo di questa povera marchetta venuta dall’est

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Utente
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)

La fiera della marchetta dell’est.
Branduardi potrebbe cantare anche una versione brasiliana ad hoc per petracchio.

X