Tecnica di base da affinare, ma molta determinazione: quando sbaglia fa di tutto per rimediare. Le prime impressioni di Damascan al Torino

È arrivato da una settimana, è stato messo realmente alla prova nella giornata di ieri. Su Vitalie Damascan, il Torino ha voluto scommettere, e l’attaccante è intenzionato a non tradire le aspettative. Certo, come per Bremer, è bene sottolineare che non possono essere i test di precampionato a dimostrare la bontà o meno di una scommessa di calciomercato, ma è parimenti vero che qualche indicazione utile può essere tratta, ora di natura tecnica, ora di natura caratteriale. E le impressioni da Bormio dicono che Damascan di carattere ne abbia da vendere.

Torino, Damascan: gol al Renate, ma quell’episodio sull’errore

La dimostrazione di questo si è avuta nella giornata di ieri, durante Torino-Renate 3-0. L’episodio è avvenuto dopo il gol di Damascan (il suo primo in granata), quando all’attaccante è capitata l’occasione di realizzare una doppietta. Passaggio semplice, facile da addomesticare: l’emozione, la fatica, o più semplicemente il caso, hanno fatto però sì che Damascan lisciasse completamente lo stop, perdendo quindi palla e favorendo la ripartenza degli avversari. Un errore raro, in Serie A; di quelli che spesso vengono ripresi nelle varie candid camera. Ed è qui che è scattata la molla: persa la palla, l’attaccante è diventato una furia, inseguendo tutti gli avversari fino a riuscire a recuperare il pallone. Una determinazione, un’esuberanza tutta giovanile, che dimostra però quanto l’attaccante tenga a fare bella figura, a dimostrarsi sempre sul pezzo.

Damascan-Torino: le prime valutazioni

Ecco che quindi dopo una settimana di ritiro con il Torino, per Damascan possono arrivare le prime valutazioni. La grinta, si è visto, non manca, ed è una dote che Mazzarri ha subito apprezzato. E la tecnica? Il giocatore sembra dotato di un buon sinistro, pur se ancora da sgrezzare. Da migliorare la qualità nel dribbling e i tempi di inserimento, questi ultimi chiaramente impossibili da richiedere già adesso alla perfezione. Per l’attaccante l’occasione italiana è stata da cogliere al volo. E ora non vuole lasciarsela sfilare.


26 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Pedric
Pedric
3 anni fa

Pensavo che i 4 sfigati spalatori fossero tutti qua. Non c”è più religione!

tmatteo64
tmatteo64
3 anni fa
Reply to  Pedric

La petizione potrebbe essere anche votabile anche se alcuni passaggi sono ampiamente discutibili. Il problema che voi del boschetto lapidate chiunque la veda anche parzialmente in modo diverso. Il che è un problema ben più grave

Patsala58 (#Chiunquealtroforpresident!)
Patsala58 (#Chiunquealtroforpresident!)
3 anni fa
Reply to  tmatteo64

@tmatteo64… Io la pianterei, se fossi in te, di piangere sempre, se no collezioni solo figuracce, come i tuoi omologhi @gix e affini… Io non lapido proprio nessuno! E pensa che sono stato definito, a più riprese, da voi pronano, il CAPO della Gang del Bosco! NON è vero! Anche… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
3 anni fa
Reply to  tmatteo64

Caro Matteo64, lo sai che il cruccio più grande per il tuo presidente dopo l’ultimo derby è stato quello degli infortuni del ciccione e di bernardesca ? E pensare che lui in settimana si era raccomandato …

Giankjc (Gianky1969)
Giankjc (Gianky1969)
3 anni fa

Bene. Si muove anke in piena estate l’Orgoglio Granata

Patsala58 (#Chiunquealtroforpresident!)
Patsala58 (#Chiunquealtroforpresident!)
3 anni fa

Grazie ! In questo caso, chi vota, la faccia ce l’ha! Peccato per la “moltitudine” dei pronano che pollici versi e multinick non siano contemplati….

Più intraprendenza? Bremer, con il Renate esame superato

La magica estate di Ferigra: il Torino lo conferma, l’Ecuador prende informazioni