De Silvestri è uno dei pilastri del Toro di Mazzarri ma sogna la Nazionale: Moretti ne è sicuro, il prossimo convocato sarà lui

Il siparietto visto in conferenza stampa venerdì 7 settembre tra Moretti e De Silvestri ha messo ancora una volta in chiaro come l’ambiente, il gruppo e di conseguenza lo spogliatoio sia più unito e sereno che mai. “Spiegaci quale è il tuo elisir della giovinezza”, aveva scherzato l’esterno granata che si è finto “giornalista” per un giorno interpellando proprio Moretti che non ha fatto attendere la sua risposta: “Lo vedrai tra qualche anno, visto che presto arriverai alla mia età”. Un siparietto, appunto. Uno scherzo tra due compagni di squadra ma soprattutto tra due amici che si rispettano e si stimano. Una stima, quella di Emiliano Moretti, che lo ha convinto a spingere proprio De Silvestri verso la Nazionale: “per come stiamo lavorando sono sicuro che altri ci andranno. Uno è già qui” ha infatti confermato il difensore granata.

De Silvestri, per il Toro è una certezza: l’esterno ha convinto Mazzarri

Una certezza quella di Moretti, così come una certezza è lo stesso De Silvestri che ha iniziato la stagione esattamente come ha chiuso quella passata: da titolare. Dal ritiro di Bormio in avanti, infatti, il difensore granata ha pienamente convinto Mazzarri tanto in campo quanto fuori, dimostrandosi un professionista impeccabile dalle poche parole ma con grinta e abnegazione assicurata. L’atteggiamento chiesto e preteso proprio dal tecnico: poche parole e tanto lavoro. E i risultati, in campo, si sono visti. Dopo un inizio complicato da un lieve infortunio, il secondo tempo contro l’Inter e il match contro la Spal si è confermato come uno dei punti fermi di questo Toro, ripagando a pieno la fiducia del tecnico. Adesso, però, ce n’è un altro di allenatore da convincere: Mancini.

De Silvestri, per i granata una certezza: ora l’obiettivo è la Nazionale

Al Torino, dunque, De Silvestri si è preso il suo posto, la titolarità e anche la fiducia di tecnico e compagni. Un passo importante per raggiungere un altro grande traguardo: la chiamata in Nazionale. La sua ultima maglia Azzurra, infatti, risale alle qualificazioni ad Euro 2016 e l’epilogo con infortunio annesso non è certo da ricordare. Ora, però, con il rendimento che il difensore granata sta tenendo al Toro, la Nazionale potrebbe non essere un miraggio. Continuare sulla strada tracciata nelle prime tre giornate di campionato, infatti, De Silvestri avrà l’opportunità di mettersi ben in mostra agli occhi di Mancini che alle prossime convocazioni potrebbe aggiungere proprio il nome di “Lollo” a quelli di Belotti, Sirigu e Zaza.


53 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
odix77
odix77
3 anni fa

la strada di questa nazionale è ricostruirsi da zero e per farlo deve buttare dentro la generazione più giovane.. salvo rari casi quindi la strada è quella….mettere un desilvestri per tappare un buco ora non ti porta cmq da nessuna parte…. detto che io non lo vedrei in nazionale….

ACT
ACT
3 anni fa

Trapano..vogliamo dire le cose come stanno e chi e’ nonno? 🤣🤣

TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )
TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )
3 anni fa
Reply to  ACT

Si ma tu sei il.mio ..😂😂

ACT
ACT
3 anni fa

Sto napuli 🤣

TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )
TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )
3 anni fa

Comunque ho visto distrattamente la.nazionale l’altra sera … minçhia ma balotelli è peggio di niang … da calci nei denti

odix77
odix77
3 anni fa

Abbiamo molti giocatori della nazionale che non giocano.. Balotelli per esempio che non sto difendendo lo conosciamo tutti aveva giocato SOLO 70 minuti prima di questa partita…. gente come gagliardini pellegrini poi non so neanche se abbiano già giocato…. concordo con Mancini che in Italia non facciamo giocare gli italiani… Leggi il resto »

Soriano: lavoro extra per entrare subito a regime

Mazzarri, l’avvio è sempre diesel: solo con l’Inter inizio sprint