Alla vigilia di Napoli-Torino il tecnico granata ha elogiato pubblicamente Djidji, il suo rinnovo di contratto è ora una priorità

In pochi, pochissimi, nell’estate 2021 pensavano che Koffi Djidji potesse diventare un titolatissimo del Torino. Solamente dodici mesi prima era stato messo alla porta da Marco Giampaolo e Davide Vagnati, tanto che era stato ceduto in prestito al Crotone, e nel ruolo di centrale di destra di difesa avrebbe dovuto vedersela con Armando Izzo, giocatore che quando è stato impiegato ha sempre fatto bene e conosceva anche Ivan Juric e il suo calcio, avendolo avuto come allenatore al Genoa (senza considerare che poi è arrivato anche David Zima). Ci si è sorpresi la prima volta che Djidji è stato schierato titolare al posto del difensore napoletano, forse la seconda, poi ci si è fatta l’abitudine, anche perché con il passare del tempo le prestazione del francese sono state sempre più convincenti.

Juric su Djidji: “E’ un difensore moderno”

Ora l’ex Nantes è un titolatissimo del Torino e ha ricevuto anche gli elogi pubblici di Ivan Juric: “Djidji ha le caratteristiche che ci servono, è un difensore moderno, ha gamba e forza fisica, ti permette di giocare a spazi aperti. Per caratteristiche è il giocatore che vorrei sempre avere, deve migliorare l’aspetto tecnico ma caratteristiche giuste”. Djidji è uno di quei giocatori del Torino in scadenza di contratto, Juric non si è espresso esplicitamente sulla questione rinnovo ma quale sia il suo parere è facile immaginarlo: le trattative per il prolungamento del contratto del francese sono già iniziate e la fumata bianca potrebbe arrivare nelle prossime settimane. Intanto il difensore, a partire dalla gara di oggi contro il Napoli, è chiamato a dimostrare, come spesso ha fatto da un anno a questa parte, che gli elogi di Juric sono più che meritati. E anche il nuovo contratto lo sarebbe.

Koffi Djidji
Koffi Djidji
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 01-10-2022


Vojvoda, Ricci, Pellegri, chi recupera per Napoli: il punto

Sanabria, digiuno interrotto: una punta torna a segnare