Il Covid e il "caso Biella": così il Filadelfia si è rovinato - Toro.it

Il Covid e il “caso Biella”: così il Filadelfia si è rovinato

di Andrea Piva - 11 Ottobre 2020

Con la scorsa stagione terminata a inizio agosto e il ritiro a Biella saltato all’ultimo, in estate il Filadelfia è stato utilizzato molto più del previsto

Lavori in corso al Filadelfia, dove il campo principale necessita di un restyling dopo appena poche settimane dall’inizio del campionato. Interventi necessari e non rimandabili per non complicare ulteriormente il lavoro di Marco Giampaolo e aumentare il rischio di infortuni. Ma come mai il prato del Filadelfia è così rovinato? La causa principale è l’utilizzo dell’impianto di gran lunga superiore al previsto nell’ultima estate: l’emergenza Covid e il lockdown hanno fatto terminare lo scorso campionato, e di conseguenza anche gli allenamenti, a inizio agosto, a ciò si è aggiunto il “caso Biella”.

Filadelfia utilizzato nelle settimane del ritiro

L’idea di organizzare un ritiro fuori Torino a fine agosto, alla ripresa degli allenamenti, era nata proprio per salvaguardare il manto erboso del Filadelfia, lasciarlo riposare come solitamente avviene in estate. Come noto, a pochi giorni dalla partenza per Biella la società granata ha fatto marcia indietro, annullando il ritiro (anche se poi ne è stato organizzato un mini di tre giorni) e preferendo restare ogni giorno ad allenarsi proprio al Filadelfia. Inevitabilmente il prato ne ha risentito.

Torino: neanche il prato dell’Olimpico Grande Torino è all’altezza

Marco Giampaolo può comunque far lavorare i suoi giocatori sul campo secondario del Filadelfia, non può invece contare molto sull’Olimpico Grande Torino che, come si è visto nella partita contro l’Atalanta (l’unica finora giocata in casa dalla formazione granata), tra buche e zolle assomiglia più a un campo di patate che a un campo da calcio di una squadra di serie A. Se il Toro, tra allenamenti e partite, ha finora dovuto fare i conti con terreni pessimi, non è andata meglio alla Primavera che, come lamentato anche dal tecnico Marcello Cottafava, è costretta a giocare a Volpiano su un campo tutt’altro che uniforme e in buone condizioni.

Lavori al Filadelfia
Lavori al Filadelfia

8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
michelebrillada
michelebrillada
1 mese fa

e il comunale grande torino chi lo ha rovinato fa schifo sembra un campo di patate bisogna pagare e mettere delle zolle buone non gli scarti

ardi06
ardi06
1 mese fa

Manco i manti erbosi il benefattore riesce a tenere decenti. Incredibile

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
1 mese fa

Si può sempre andare al Robaldo.
Gaglioffo di un proprietario.

Last edited 1 mese fa by Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)