Serie A, quale futuro per i giocatori in prestito? - Toro.it

Serie A, quale futuro per i giocatori in prestito?

di Giulia Abbate - 27 Maggio 2020

Dopo l’ok al prolungamento dei contratti oltre il 30 giugno c’è un altro nodo da risolvere per far ripartire il calcio: il futuro dei giocatori in prestito

Prestito secco, con diritto di riscatto e magari di contro-riscatto: accordi che da sempre fanno parte del calcio italiano e mondiale e che da sempre caratterizzano l’esperienza di centinaia di giocatori. Calciatori che, attualmente, stanno aspettando di capire quale sarà il loro immediato futuro in relazione a quello del campionato di Serie A, e non solo. Se con i giocatori di proprietà le società hanno trovato l’accordo per il prolungamento del contratto fino al termine ultimo della stagione (le date sono ancora da ufficializzare), la stessa cosa dovranno infatti fare con i giocatori in prestito. Ma come? E, soprattutto, sulla base di quali regole?

Giocatori in prestito: è tutto nelle mani delle società

Una domanda che pare avere una sola risposta: le società saranno chiamate a decidere in prima persona trattando con il giocatore e con il club che ne detiene il cartellino. Se da un lato la Fifa, così come la Figc, puntano a garantire l’integrità di ogni campionato che ripartirà, è altrettanto vero infatti che non sembrano intenzionate a stilare un vero e proprio protocollo che dica a chiare lettere come gestire la situazione contratti relativa ai giocatori in prestito. Qualche linea guida, indubbiamente, è al vaglio dei massimi organismi calcistici ma di fatto la patata bollente resterà soprattutto nelle mani delle singole società.

Con tutta probabilità, infatti, saranno proprio i club a dover trovare un accordo sul prestito del singolo giocatore. Da un lato, l’impossibilità di schierare un calciatore che fino ad oggi ha militato in prestito in un’altro club (anche estero) dovrebbe favorire l’eventuale “trattativa” tra le due parti coinvolte. Dall’altro lato, però, saranno proprio le richieste dei singoli calciatori a far oscillare pericolosamente l’ago della bilancia. E in casa Toro?

Toro, Verdi e Falque osservati speciali

La situazione prestiti coinvolgerà, come ovvio, anche il Torino che in casa, oltre ai tanti giovani impegnati nelle categorie minori, ha due osservati speciali: Simone Verdi e Iago Falque. Due nomi illustri in casa granata che, tuttavia, hanno davanti due strade ben diverse.

Per l’attaccante partenopeo i granata potranno contare sul fatto che il prestito del giocatore impone l’obbligo di riscatto e non dovrebbero quindi registrare particolari ostacoli nel risolvere il nodo contrattuale. Diversa, invece, la situazione dello Spagnolo in prestito al Genoa: i granata dovranno infatti discutere proprio con i liguri per trovare un accordo sull’eventuale prolungamento del prestito.

Simone Verdi
Simone Verdi, Torino