Gravina sullo scudetto conteso tra Torino e Bologna del 1927

Scudetto del 1927, parla Gravina: “A dicembre ci saranno novità”

di Giulia Abbate - 6 Novembre 2019

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, parla dell’assegnazione dello scudetto del 1927: “A dicembre discuteremo sull’assegnazione”

Torino e Bologna: due squadre per uno scudetto solo, quello del 1927 su cui è tornato il presidente della FIGC Gabriele Gravina. Il contendere tra le due formazioni per un campionato che continua a far discutere, però, potrebbe essere vicino ad una risoluzione. E la soluzione potrebbe essere clamorosa: l’ipotesi, infatti, è addirittura quella di una doppia assegnazione con Torino e Bologna che potrebbero festeggiare insieme lo scudetto targato 1927. “Tanto che volete, uno scudetto non si nega a nessuno“, ha scherzato Gravina prima di spiegare, nelle parole riportate da TuttoSport, che “La commissione sta facendo una ricerca storica incredibile” sia sul caso del Torino sia su quelli di Genoa e Lazio che reclamano rispettivamente i campionati del 1925 e del 1915.

Gravina: ” A dicembre i primi riscontri dalla commissione”

Ma quanto si dovrà attendere ancora per avere un responso definitivo? Anche in questo caso è Gravina a chiarire: “Credo che per i primi dieci giorni di dicembre avremo qualche piccola avvisaglia di riscontro su questa attività. Poi cominceremo a discutere sulla fattibilità dell’assegnazione“.

più nuovi più vecchi
Notificami
Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

“Tanto che volete ? Uno scudetto non si nega a nessuno….”.
Brau piciu.

claudio55
Utente
claudio55

Veramente imbarazzanti le dichiarazioni di questo Gravina. Ironizzare su un evento che ha macchiato e danneggiato il toro paventan do addirittura una doppia assegnazione che sarebbe una farsa al solo scopo di ottenere consensi trasversali, dimostra il livello di questi personaggi senza alcuna dignità che reggono le sorti del baraccone… Leggi il resto »

Fausto65
Utente
Fausto65

Lo scudetto del ‘27 è roba nostra, fu revocato al Toro e non al Bologna, per un tentativo di corruzione mai provato. Assegnarlo anche per metà al Bologna???….neanche il potente Arpinati di allora osò tanto.