Lilli Gruber difende Urbano Cairo: editore puro, a La7 mai pressioni

Lilli Gruber: “Cairo editore puro, non ha mai interferito”

di Francesco Vittonetto - 22 Maggio 2020

A Otto e Mezzo su La7, la conduttrice Lilli Gruber ha parlato dell’operato di Urbano Cairo come editore: ecco la ricostruzione di quanto accaduto

Nella puntata di Otto e Mezzo – programma di informazione dell’access prime time di La7 – del 21 maggio 2020, la conduttrice Lilli Gruber ha parlato dell’operato di Urbano Cairo come editore. Il presidente del Torino è azionista di maggioranza del gruppo editoriale Rcs e proprietario dal 2013 del settimo canale del digitale terrestre. Così si è espressa la giornalista: “Il mio editore, che è anche quello del Corriere della Sera, è un editore puro. Non ha mai interferito con le scelte di Otto e Mezzo. Ha case editrici, giornali, poi una squadra di calcio, questo sì. E’ quello che, tante volte, abbiamo detto che manca all’Italia: un editore puro. Sono sette anni che Cairo è editore di questa televisione e noi non abbiamo mai subito pressioni”.

Otto e Mezzo del 21 maggio: Gruber su Cairo

Ma da dove arriva questa presa di posizione? La puntata aveva tra gli ospiti anche il vicesegretario del Partito Democratico Andrea Orlando, che nei giorni scorsi era stato protagonista di un’uscita pubblica durante un evento virtuale proposto dal distaccamento milanese dei dem.

Il deputato aveva dichiarato: “Nelle prossime settimane vivremo una serie di attacchi al governo finalizzati alla sua caduta, ispirati anche da centri economici e dell’informazione, non tanto per correggere come è lecito l’attività di governo ma per rivedere il patto di governo e a riorganizzare la maggioranza”. Il tutto con il fine di gestire l’iniezione di capitale che arriverà con la manovra da 55 miliardi appena approvata dall’esecutivo.

Cosa è successo: c’entrano anche gli Agnelli e FCA

Orlando è tornato sulla questione nel corso della puntata di Otto e Mezzo, senza esplicitare il riferimento – piuttosto immediato – al caso della famiglia Agnelli (al centro anche di un dibattito riguardante il prestito garantito dallo Stato a FCA, che non ha sedi legali in Italia), da qualche mese insediatasi ai vertici del gruppo Gedi, controllore di Stampa, Repubblica e L’Espresso.

Tuttavia, la Gruber ha voluto puntualizzare come il discorso non toccasse il suo, di editore, avulso da immediati (conflitti di) interessi nel dibattito politico. Da sottolineare, poi, la battuta di Orlando: “A La7 non si può parlare male del Torino”, accolta con un sorriso dalla conduttrice.

Urbano Cairo
Urbano Cairo

più nuovi più vecchi
Notificami
gabbo
Utente
gabbo

Lilli… ma se siete tutti una banda

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
Utente
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)

Se lo dice sta prugna rinsecchita, senz’altro è vero.
Come no ? 😂

paolo 67 (tabela)
Utente
paolo 67 (tabela)

Purtroppo, con noi interferisce e non poco, anzi troppo.
CAIRO GAME OVER, VATTENE.