Dopo la deludente prova contro il Frosinone Ilic dovrà invertire la rotta nella prossima gara contro l’Inter

Un rientro in campo deludente. Contro il Frosinone Ilic è tornato titolare dopo la lesione del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro rimediata lo scorso marzo, ma il serbo ha deluso e non poco. L’ex Verona ha disputato una gara scialba, senza mai incidere sul match e limitandosi al compitino. A pochi minuti dal triplice fischio Juric lo ha sostituito e il centrocampista è uscito accompagnato dai fischi del pubblico. Fischi forse ingiusti seppur la prestazione non è stata all’altezza delle aspettative: il numero 8 aveva infatti bruciato le tappe in settimana per esserci contro gli uomini di Di Francesco. Visto l’infortunio che lo ha costretto a stare fuori per più di un mese la condizione non poteva essere delle migliori.

Contro l’Inter una seconda chance

Con la squalifica di Linetty Ilic potrebbe avere da subito un’altra opportunità. Quella di San Siro sarà sulla carta una partita non semplice, ma i nerazzurri hanno appena vinto lo scudetto dopo la vittoria nel Derby della Madonnina e potrebbero scendere in campo appagati dalla conquista della seconda stella. Ecco perché Ilic dovrà essere motivato a far bene in una sfida in cui il Toro dovrà cercare di imporsi per restare attaccato al treno che porta all’Europa. Al suo fianco, in caso Juric decida di schierarlo in campo dal primo minuto, ritroverà Samuele Ricci. In mediana dovrebbe dunque tornare la coppia titolare, che potrà dare al serbo le certezze che sono mancate contro il Frosinone. L’obbiettivo è quello di chiudere la stagione come si deve, una stagione che raramente lo ha visto protagonista con soli due gol e due assist all’attivo in 26 presenze sul terreno di gioco.

Ivan Ilic of Torino FC in action during the Serie A football match between Torino FC and Frosinone Calcio.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 26-04-2024


20 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ElPepp
ElPepp
26 giorni fa

Io la penso come Davidone e ormai pochi altri: di qualità ne ha tanta. E’ stato un acquisto sbagliato col senno di poi, per il rendimento. Di sicuro, è stato un acquisto rischioso a livello di esborso per una “società” come la nostra, che non sa trovare il giusto mezzo… Leggi il resto »

eugenio63
eugenio63
25 giorni fa
Reply to  ElPepp

Concordo sostanzialmente.

James 75
James 75
26 giorni fa

Se possono giocare in serie A Seck… Pellegri… Radoncjc.. Karamoh…. figurati Ilic….. dicono lo voglia Tudor alla Lazio, speriamo di cuore per lui ma soprattutto per noi

eugenio63
eugenio63
26 giorni fa

Ilic possiede ottima qualità tecnica e buona visione di gioco. Tuttavia al ventitreenne talento serbo al momento manca assolutamente la “garra” ossia la fame e la massima determinazione agonistica per effettuare un ulteriore step che gli permette di far decollare la sua carriera in modo definitivo. A questo proposito, ricordo,… Leggi il resto »

Il Cdr del Corriere contro Cairo: “sovraesposizione mediatica” sulle pagine del giornale

Torino, lo 0-0 è ormai un’abitudine: in Europa nessuno come i granata